Studio Ghibli a sorpresa – ancora un film per Hayao Miyazaki?

Hayao Miyazaki e lo Studio Ghibli – amore senza fine

Sono giorni di ‘caos’ comunicativo attorno allo Studio Ghibli. Dopo il delirio della settimana scorsa, causato dal produttore Toshio Suzuki e da un’errata traduzione che aveva fatto gridare alla chiusura della leggendaria casa d’animazione giapponese (ma sarà pura e semplice ristrutturazione, almeno fino a nuove comunicazioni), ecco arrivare il bis. Sempre Suzuki, che in quanto a chiacchiere ha ultimamente preso il via, ha infatti alimentato speranze su un possibile ritorno dietro la macchina da presa di Hayao Miyazaki.

Ma come, il padre di Totoro non si era ritirato esattamente un anno fa, dopo aver presentato Si alza il Vento al Festival di Venezia? Assolutamente sì. Pensione certificata per Hayao, anche se Toshio ha quest’oggi rilanciato l’argomento ‘ritorno’.

“Questa è la mia ipotesi, ma credo che sarà una cosa breve”.

Più che un film un corto, probabilmente, per colui che ha scritto pagine memorabili dell’animazione degli ultimi 30 anni. D’altronde si fa fatica a vedere il Ghibli senza Hayao Miyazaki al suo comando.

“Stiamo cambiando il nostro modo di fare animazione. “Volevamo fare una ‘dream company’. Abbiamo sempre pensato di fare quello che a noi andava di fare e non fare quello che a noi conveniva. Siamo stati in grado di realizzare i nostri sogni in una certa misura e siamo molto felici di questo. Ma ora siamo arrivati a un punto in cui dobbiamo pensare a quello che faremo in futuro”.

Parole sempre più criptiche quelle di Suzuki, per uno studio Ghibli che sarà nei cinema d’Italia proprio con Si alza il Vento, ultimo film di Miyazaki, il prossimo 13 settembre e per solo 4 giorni. Cullando il sogni di un suo clamoroso ritorno.

Fonte: Indiewire

I Video di Cineblog