Martin Scorsese abbandona definitivamente la pellicola per il digitale

The Wolf Of Wall Street, prossimo film di Martin Scorsese, segnerà il definitivo abbandono della pellicola a favore del digitale da parte del regista italo-americano. Ed un’altra era del cinema si appresta a tramontare

E’ bene che un po’ tutti si impari a convivere con notizie di questo tipo. Non colpiscono certo come un fulmine a ciel sereno, ed entro queste calorose mura non abbiamo certo fatto a meno di speculare su questo sostanziale passaggio, a dir poco epocale. Ecco allora che la scelta di Martin Scorsese, riguardante il definitivo abbandono della pellicola per il digitale, assume tutta un’altra valenza.

Il regista italo-americano, si sa, è sempre stato affascinato dalla tecnologia, cercando di anticipare sul tempo se non l’industria tutta, quantomeno i propri colleghi. Hugo Cabret ne è un esempio: primo e fortunato film in 3D di Scorsese, che durante la scorsa stagione ha riscosso parecchi consensi – non ultimi, svariati Oscar (tutti “tecnici”, per l’appunto).

Ora il suo montatore storico, Thelma Schoonmaker, parla addirittura di battaglia perduta. Già il suo prossimo The Wolf Of Wall Street sarà girato interamente in digitale, sebbene non in 3D (via Empire). Ecco un altro tassello di quel percorso che costringerà inevitabilmente la pellicola a scomparire entro il 2015. E pensare che, forse soprattutto, alla luce di tale passaggio (da pellicola a digitale) si è decisa la sorte di ex-colossi come Kodak.

Foto | TM News