Sale la febbre per INLAND EMPIRE... con la locandina italiana!



Una pellicola al cui confronto Strade perdute e Mulholland Drive sembrano un semplice giochino dell'enigmistica. Un thriller paradossale pieno di "livelli" paralleli, di mondi e di mostri (della coscienza, ma forse anche no). Tre ore di pura follia, e quindi, probabilmente, la summa del cinema di David Lynch. E' questo quello che noi (chi non era a Venezia ma anche chi c'era ed avrebbe dato un braccio per essere in "quella" sala) abbiamo per ora capito, letto e riletto su INLAND EMPIRE.

In Italia esce, per nostra fortuna, nelle sale il 9 febbraio, con il titolo INLAND EMPIRE - L'impero della mente. Sconfitta l'idea di farlo uscire direttamente in dvd (sarebbe stata una follia, anche se alla fine tutti i lynchani sarebbero corsi in videoteca a noleggiarsi una copia il primo giorno), anche gli spettatori italiani potranno assistere all'ultimo, acclamato film del geniale regista. Che, per la terza volta, ritrova una delle sue varie muse, ossia Laura Dern, una donna innamorata e in pericolo...

Una pellicola, quindi, da vivere almeno la prima volta in sala (da soli, possibilmente, o ben accompagnati: niente amici, fidanzati/e o conoscenti ignari di ciò che andranno a vedere, altrimenti vi manderanno direttamente sapete ben voi dove), per poi possibilmente rivedere in dvd. Perchè siamo ben convinti che difficilmente si capirà il senso, come molte pellicole del nostro, al primo colpo, anzi. Anche se Lynch ha ben dichiarato che un senso c'è ed è più chiaro di quello che possa sembrare.

Intanto, ecco la locandina italiana del film, su continua.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: