Film italiani 2015, novità: Io che amo solo te, Mille volte addio, Pericle il nero e L'attesa

Le informazioni su quattro film italiani che usciranno in sala nel 2015.

'Pasolini' - Premiere - 71st Venice Film Festival

Io che amo solo te: Marco Ponti dirigerà la trasposizione cinematografica del libro di Luca Bianchini. Il film sarà prodotto dalla I.I.F. di Federica, Fulvio e Paola Lucisano. La sinossi:

Ninella ha cinquant'anni e un grande amore, don Mimì, con cui non si è potuta sposare. Ma il destino le fa un regalo inaspettato: sua figlia si fidanza proprio con il figlio dell'uomo che ha sempre sognato, e i due ragazzi decidono di convolare a nozze. Il matrimonio di Chiara e Damiano si trasforma così in un vero e proprio evento per Polignano a Mare, paese bianco e arroccato in uno degli angoli più magici della Puglia. Gli occhi dei 287 invitati non saranno però puntati sugli sposi, ma sui loro genitori, la cui antica passione è un vulcano solo temporaneamente spento. A sorvegliare la situazione c'è comunque la futura suocera di Chiara, la "First Lady", incaricata di gestire una festa di matrimonio preparata da mesi. Ma è un attimo e la situazione può precipitare nel caos, grazie a un susseguirsi di sorprese e a una serie di personaggi esilaranti: dal testimone gay che si presenta con una finta fidanzata, al truccatore che obbliga la sposa a non commuoversi per non rovinare il make-up.

L'attesa: Giovanni Anzaldo reciterà nel film diretto da Piero Messina, interpretato da Juliette Binoche, Lou de Laâge e Giorgio Colangeli (fonte ASCA). Il film racconta la storia di una ragazza straniera che arriva in Sicilia per trovare il suo ragazzo e finisce invece, ad aspettare in un posto con sua madre.

Mille volte addio: Beppe Fiorello, Massimo Popolizio, Valeria Solarino, Linda Vitale e Giovanni Anzaldo fanno parte del cast del film che Fiorella Infascelli sta girando da lunedì scorso (e per 5 settimane) all'Asinara. Il film, prodotto dalla Fandango e da Rai Cinema, racconta l'isolamento forzato che vissero Giovanni Falcone e Paolo Borsellino all'Asinara nel 1985, quando scrissero la maxi istruttoria per il processo alla mafia del 1986.

Nessuno si salva da solo: il 20 ottobre Sergio Castellitto batterà a Roma il primo ciak del suo nuovo film. L'opera, interpretata da Riccardo Scamarcio e Jasmine Trinca, è ispirato all'omonimo romanzo di Margaret Mazzantini e racconta la storia di una coppia di ex coniugi, separati da poco e con due figli piccoli che, in una serata, invece di organizzare l'estate dei bambini, finiscono per ripercorrere la loro storia d'amore.

Pericle il nero: prossimamente Riccardo Scamarcio sarà protagonista e produttore del nuovo film di Stefano Mordini, tratto dal libro di Giuseppe Ferrandino, che racconta la storia di uno spietato killer della camorra che, dopo essersi innamorato di una donna, l'operaia polacca Nastasia, decide di cambiare la propria esistenza.

  • shares
  • Mail