Ben Hur e Zoolander 2 girati a Cinecittà - Ben Stiller è già a Roma

Cinecittà ritrova il cinema americano. In arrivo 4 produzioni internazionali

Archiviato Everest di Balthasar Kormakur, con Jake Gyllenhaal mattatore e in uscita nel 2015, e senza dimenticare l'imminente Bond 24 e la Sarah Jessica Parker di All Roads Lead to Rome, Cinecittà è tornata a respirare grazie ad una serie di produzioni internazionali che hanno scelto proprio la Hollywood sul Tevere per prendere vita. Tutto questo grazie al Tax Credit dedicato ai progetti stranieri. Stiamo parlando di Christ the Lord: Out of Egypt, Voice from the Stone, Ben Hur e Zoolander 2.

Il primo, tratto da uno scritto di Anna Rice e in uscita nel 2016, vedrà Cyrus Nowrasteh alla regia. La pellicola ruoterà attorno all'infanzia di Gesù, visto tra i 7 e gli 8 anni d'età; tratto dal romanzo La Voce Della Pietra di Silvio Raffo, il secondo porterà a Roma Emilia Clarke, Marton Csokas e Caterina Murino; il terzo non è altro che il remake del leggendario Ben-Hur, con Timur Bekmambetov alla regia e Jack Huston mattatore. Al suo fianco Morgan Freeman, Pedro Pascal e Toby Kebbell. Nel 1959 il celebre film vincitore di 11 Premi Oscar venne girato proprio a Cinecittà, con una produzione mastodontica: migliaia di comparse, 40.000 tonnellate di sabbia del Mar Mediterraneo, 500 tonnellate di stucco, 1100 metri di legname e 400 chilometri di tubature per costruire l'enorme set. La scenografa Naomi Shohan dovrà provare a fare di meglio, ricostruendo Gerusalemme. 4 mesi di riprese con primo ciak a febbraio.

Ben-Stiller-in-Zoolander

Ultimo ma non meno importante, e forse anche un pelo sorprendente, Zoolander 2 di Ben Stiller. L'attore è proprio in questio giorni a Roma, tanto dall'aver fatto ieri visita alla mostra evento di Nico Vascellari. Prodotto dalla Paramount Pictures, il film segnerà il ritorno del folle modello del 2001, con Will Ferrell di nuovo al suo fianco. Uscita in sala tra la fine del 2015 e i primi mesi del 2016. Negli ultimi anni 'tenuta in vita' da serie tv, spot e programmi televisivi, Cinecittà è quindi tornata a respirare a pieni polmoni, assaporando il sapore di Hollywood. Come ai bei tempi. O quasi.

Fonte: IlTempo

  • shares
  • Mail