Reality: primo trailer internazionale del film di Quentin Dupieux

Il trailer internazionale del folle sogno di Quentin Dupieux diventa «realtà». Tra VHS e cani bagnati, ecco a voi Reality, ultimo lavoro del regista di Rubber e Wrong


Che altro ancora deve inventarsi uno che ha girato, rispettivamente, un film che ha come protagonista un copertone (Rubber), uno su un padrone alla ricerca del proprio cane smarrito (Wrong) ed un altro con dei poliziotti svalvolati (Wrong Cops)? Semplice. Qualcosa che non lo vincoli ulteriormente. Chi pensava infatti che il Quentin Dupieux (aka Mr. Oizo) dei titoli sopra citati fosse smodato, ha assolutamente da vedere Reality. Noi ne parlammo da Venezia, dove il film era presente in Orizzonti: una delle opere più interessanti, nella sua surreale improponibilità.

A partire da oggi si potrà pure dire che c'è anche un trailer internazionale, che è sì in lingua, ma va bene così. Ve lo diciamo noi quel che il tizio che indossa il costume da cane bagnato dice all'uomo in macchina prima che quest'ultimo scappi sgommando: «Io e te dobbiamo parlare. Penso che siamo la stessa persona». L'umorismo di Dupieux non è roba per tutti, ce ne rendiamo conto, ma questo non lo ha mai dissuaso dal tirare dritto per la sua strada con quelle sue storie grottesche e seriosamente ridicole. Fuori di testa, verrebbe da dire, ma che si rifanno a pieno titolo a quel surrealismo tanto caro a Lynch. Non a caso il nome di Dupieux in più occasioni è stato accostato a quello di Lynch, se non altro per far capire di cosa vagamente si tratti.

Reality è incentrato sulla storia di un operatore di macchina che decide di dover girare a tutti i costi un film. Comincia da qui la sua discesa verso un vortice che mescola realtà e suggestione, coinvolgendo più personaggi, da una bambina incuriosita da un misterioso VHS, ad un produttore sopra le righe. Insomma, come scrivemmo a Venezia: «Reality è David Lynch che gira Scemo & più Scemo dopo aver visto il trailer di The Ring». Prendere o lasciare (prendere prendere!).

  • shares
  • Mail