Idris Elba 007 di colore? Il divo replica con ironia all'indignato Rush Limbaugh

Idris Elba prossimo James Bond?

'007 è un concetto globale creato da Ian Fleming. Che era bianco e scozzese. Punto. Questo è ciò che era e sarà James Bond. Ora suggeriscono che il prossimo James Bond dovrebbe essere Idris Elba, un nero britannico, invece di un bianco della Scozia. Abbiamo avuto 50 anni di Bond bianchi perché Bond è bianco. Non è mai stato nero. Il personaggio è sempre stato bianco e scozzese, Ian Fleming non ha mai immaginato un Bond di colore. Una simile figura non sarà mai James Bond e so che probabilmente mi tacceranno di razzista a sentire queste mie parole'.

Detto, fatto. Le parole di Rush Limbaugh sono nei giorni scorsi diventate d'attualità grazie al caso dell'ormai celebre 'Sony Leak'. In una mail prima trafugata dagli hacker e poi resa pubblica dalla stampa, Amy Pascal, presidente Sony, commentava insieme ad Elizabeth Cantillon della Columbia la possibilità che Idris Elba diventasse il nuovo James Bond. D'altronde da anni il nome dell'attore viene legato alla figura dell'agente segreto più famoso del mondo. Un'opzione che Limbaugh ha via radio stroncato, sottolineando i geni dell'agente creato da Fleming. Bianchi e scozzesi. Punto. Ebbene via Twitter, con enorme eleganza e ironia, proprio Elba ha voluto metter bocca sull'argomento. Attraverso questo cinguettio.


'Non si suppone che 007 sia bello? Sono contento che si pensi che io abbia questa possibilità! Buon anno gente'.

Conference On Defeating Ebola In Sierra Leone

A trainare il commento il volto del divo con smorfia annessa. Va detto che le parole di Limbaugh sono state da tempo abbondantemente 'smentite', tenendo conto che Bond è stato interpretato nel corso dei decenni da un inglese (Roger Moore), un irlandese (Pierce Brosnan), un australiano (George Lazenby), ed un gallese di madre statunitense (Timothy Dalton). E allora cosa sarà mai se dopo mezzo secolo di vita ad impersonare Bond, James Bond, fosse un nero britannico?

Fonte: AceShowBiz

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail