Arriva a Berlino Lost in Beijing

L’altro giorno mi arriva un sms sul cellulare con una delle notizie dal cinema. Riguardava il film “Lost in Beijing” (Ping Guo) della regista cinese Li Yu. L’sms mi diceva che il film era passato dopo varie versione censurate ed era approdato a Berlino. Faccio un controllo veloce in rete ma non trovo informazioni. Le

di carla



L’altro giorno mi arriva un sms sul cellulare con una delle notizie dal cinema. Riguardava il film “Lost in Beijing” (Ping Guo) della regista cinese Li Yu.

L’sms mi diceva che il film era passato dopo varie versione censurate ed era approdato a Berlino. Faccio un controllo veloce in rete ma non trovo informazioni.

Le ho trovate oggi. Ecco cosa è successo.

Lost in Beijing non ha avuto l’approvazione dalle autorità cinesi di partecipare al festival di Berlino ma i distributori hanno comunque deciso di mostrarlo ai critici e al pubblico senza i tagli richiesti dalla censura. Prima infatti la pellicola era stato privata di un quarto d’ora perché “controproducente ai fini dell’immagine che il paese vorrebbe dare di sé in vista delle Olimpiadi di Pechino 2008”. Le scene osè riguardavano l’amore tra una lavavetri immigrata in Cina e un ricco uomo d’affari e la storia di una giovane costretta a prostituirsi dopo esser stata licenziata.

Fonte: Cbc

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Orientali

Tutto su Film Orientali →