Intervista a Susanne Bier

Giovanni della Dg-Image ci manda questa succulenta esclusiva: l’intervista a Susanne Bier, in lizza per l’Oscar con Dopo il matrimonio. Eccovela!In partenza per gli Stati Uniti, dove ultimerà il montaggio del suo prossimo film, Things We Lost in the Fire, prodotto dalla Dreamworks e interpretato da Halle Berry e Benicio Del Toro, Susanne Bier è

di carla,

Giovanni della Dg-Image ci manda questa succulenta esclusiva: l’intervista a Susanne Bier, in lizza per l’Oscar con Dopo il matrimonio. Eccovela!

In partenza per gli Stati Uniti, dove ultimerà il montaggio del suo prossimo film, Things We Lost in the Fire, prodotto dalla Dreamworks e interpretato da Halle Berry e Benicio Del Toro, Susanne Bier è stata contattata dal suo distributore abituale in Italia, Vieri Razzini della Teodora film, per commentare la notizia della candidatura all’Oscar di Dopo il matrimonio (nelle sale italiane già da Natale).

S. Bier: – “Ci speravo molto” racconta la regista “non vorrei sembrare presuntuosa ma nei mesi che ho passato in America per girare il mio nuovo film, tutti gli addetti dicevano che ce l’avrei fatta, che si era già capito dalla reazione dei critici al festival di Toronto e in fondo la vera unica competizione arrivava da Germania e Spagna.

Se dovesse vincere cosà farà?
S. Bier: – “Già so cosa faro’ che vinca o meno. Finito il film americano, tornerò a girare in Danimarca. Con Anders Thomas Jensen (sceneggiatore di Dopo il matrimonio e Non desiderare la donna d’altri, oltre che regista de Le mele di Adamo) stiamo già scrivendo il mio prossimo film. Sarà una produzione europea con una partecipazione italiana. Con la Teodora abbiamo un ottimo rapporto e coprodurrà Elsker dig”.

Perché il suo film è piaciuto tanto in America?
S. Bier : – ” Cosa posso dire? Per la semplicità, per la sua universalità? Forse perché è un bellissimo film… Scherzo.”

Ultima curiosità…Ha battuto anche Il grande capo di Lars von Trier, che ne pensa?
S. Bier: – “Non penso nulla. Non voglio fare commenti.”

Dopo il matrimonio è prodotto dalla Zentropa però…
S. Bier: – ” Non vedo quale sia il problema…Dopo il matrimonio è prodotto da Sisse Graum per la Zentropa. Il film ha avuto oltre 500.000 spettatori in Danimarca, un sesto della popolazione. E’ un dato di fatto che i miei film siano in attivo e aiutano notevolmente le finanze della Zentropa. Non vorrei aggiungere nulla ne’ fare polemiche. Gli incassi dei film dei miei colleghi danesi sono pubblici come da voi. Basta controllarli…

Servizio a cura della DG Image ([email protected])

Ultime notizie su Film Europei

Tutto su Film Europei →