Giochi stellari: Gary Whitta vuol fare un remake di The Last Starfighter

Lo sceneggiatore Gary Whitta sogna un remake dell'avventura sci-fi "Giochi stellari"

Con un incasso negli States di 28 milioni di dollari per 15 di budget nel lontano 1984 arrivò nelle sale Giochi stellari aka The Last Starfighter, avventura sci-fi nota per essere stato uno dei primi film ad aver utilizzato CG per gli effetti visivi e uno dei titoli che per il sottoscritto hanno da sempre un enorme "effetto nostalgia" essendo tra i film che hanno contribuito a creare una passione per il cinema, la fantascienza e gli effetti speciali.

Un remake del film non sembrerebbe una cosa proibitiva in questo caso visto che si tratta della storia di un adolescente ossessionato da un videogame che è chiamato a salvare l'universo, ma secondo lo sceneggiatore Gary Whitta, che sta accarezzando da tempo l'idea di realizzare un reboot, sembra che ci siano notevoli problemi con i diritti sul film che sono attualmente vincolati e secondo lo scrittore quasi impossibili da ottenere.

Rifare Giochi stellari è il sogno di Gary Whitta, ma non è il solo, ci sono apparentemente molti nel settore che vorrebbero intraprendere il progetto.

Giochi stellari Gary Whitta vuol fare un remake di The Last Starfighter

A proposito di questo potenziale remake lo sceneggiatore afferma:

Lo vorrei tanto. Sono uno di una lunga lista di sceneggiatori che avrebbero ucciso per avere l'opportunità di rifarlo. Sembra proprio che i diritti siano impossibili da svincolare. Forse un giorno. Se c'è una cosa che i film mi hanno insegnato, è di non smettere mai di credere che tutto è possibile. Anche a Hollywood.

I diritti di Giochi stellari in realtà appartengono allo scrittore Jonathan R. Betuel che ha scritto il libro da cui è stato tratto il film. In passato sia Seth Rogen che Steven Spielberg hanno cercato di ottenere i diritti, ma senza successo.

Chiaramente se Spielberg si è mosso in tal senso arriverà senza alcun dubbio il momento in cui rivedremo Alex smanettare con il suo videogame preferito, anche se ciò non dovesse accadere a breve.

Nel frattempo per gli amanti degli arcade anni '80 che come il sottoscritto hanno distrutto joystick a profusione e fatto le ragnatele in qualche sala giochi questa estate, più precisamente il 30 luglio, arriva nei cinema Pixels con Adam Sandler in un ruolo non dissimile da quello di Alex Rogen nell'avventura sci-fi del 1984. Entrambi i film sono incentrati su un campione di vieogame anni '80 ed entrambi vengono reclutati per utilizzare le proprie abilità da videogiocatori incalliti per combattere una reale minaccia aliena.

Gary Whitta è noto per aver scritto la prima bozza dello spin-off senza titolo di Star Wars che doveva essere diretto da Gareth Edwards poi sostituito da Chris Weitz. Altri suoi copioni includono i post-apocalitici Codice Genesi e After Earth.

Congratulazioni Starfighter! Sei stato reclutato dalla Lega Stellare per difendere la frontiera contro Xur e l'armata di Ko-dan!
  • shares
  • Mail