Stasera in tv su Rai 3: "Codice Genesi" con Denzel Washington

Rai 3 stasera propone Codice Genesi (The Book of Eli), dramma fantascientifico del 2010 diretto dai fratelli Hughes (From Hell) e interpretato da Denzel Washington, Gary Oldman e Mila Kunis.

Cast e personaggi


Denzel Washington: Eli
Gary Oldman: Carnegie
Mila Kunis: Solara
Ray Stevenson: Redridge
Jennifer Beals: Claudia
Evan Jones: Martz
Joe Pingue: Hoyt
Frances de la Tour: Martha
Michael Gambon: George
Tom Waits: Ingegnere
Malcolm McDowell (non accreditato): Lombardi

Doppiatori italiani

Francesco Pannofino: Eli
Massimo Lodolo: Carnegie
Domitilla D'Amico: Solara
Paolo Buglioni: Redridge
Emanuela Rossi: Claudia
Fabio Boccanera: Martz
Alessandro Ballico: Hoyt
Bruno Alessandro: George
Paolo Marchese: Ingegnere
Franco Zucca: Lombardi

La trama


Stasera in tv su Rai 3 Codice Genesi con Denzel Washington (5)

In un futuro non troppo lontano, circa 30 anni dopo l’ultima guerra, un uomo attraversa in solitudine la terra desolata che un tempo era l’America. Intorno a lui città abbandonate, autostrade interrotte, campi inariditi, i segni di una catastrofica distruzione. Non c’è civiltà, né legge. Le strade sono in mano a bande che ucciderebbero un uomo pur di toglierli le scarpe, o per un po’ d’acqua... ma anche senza motivo. Ma non possono far nulla contro questo viaggiatore. Guerriero non per scelta ma per necessità, Eli (Denzel Washington) cerca solo la pace, ma se viene sfidato elimina gli avversari prima ancora che si accorgano dell’errore fatale che hanno commesso. Non è la propria vita che difende così ferocemente, ma la speranza per il futuro; una speranza che porta con sé e protegge da 30 anni ed è determinato a realizzare. Spinto da questo impegno e guidato dalla fede in qualcosa più grande di lui, Eli fa quello che deve per sopravvivere, e va avanti.

Solo un altro uomo in quel mondo in rovina comprende il potere che Eli detiene, ed è deciso a impadronirsene: Carnegie (Gary Oldman), il despota di una precaria città di ladri e killer. Ma la figlia adottiva di Carnegie, Solara (Mila Kunis) è affascinata da Eli per un altro motivo, la visione di qualcosa che può esistere oltre i confini del territorio dominato dal patrigno. Ma nessuno dei due riuscirà a distoglierlo dal suo impegno. Niente, e nessuno, può mettersi sulla sua strada. Eli deve andare avanti per compiere il suo destino e portare aiuto a un’umanità devastata

Il nostro commento


Stasera in tv su Rai 3 Codice Genesi con Denzel Washington (6)

I fratelli Hughes cresciuti a pane e videoclip musicali, dopo aver sfornato l’intrigante e sottovalutato From Hell - La vera storia di Jack lo squartatore, proseguono il loro percorso improntato all’estetica da cinefumetto approcciando stavolta il prolifico genere post-apocalittico e contaminandolo in corso d’opera con il western, l’action e suggestioni mistico-religiose.

Il film presenta un look suggestivo, con notevoli sequenze di grande impatto visivo, gli scontri all’arma bianca che costellano la pellicola sono efficaci e brutali quanto basta, Denzel Washington sfoggia un carisma a mezza via tra il samurai senza padrone e il pistolero giustiziere, il villain di Gary Oldman seppur privo di particolari guizzi è senza dubbio di lusso e il percorso mistico con finale a sorpresa aggiungono punti all'intera operazione.

Quelo che ci ha convinti meno e un eccesso di zelo degli Hughes nelle scelte cromatiche che riguardano la fotografia che punta ad un immersivo e cupo look da cinefumetto di ultima generazione, vedi "300" o "Sin City", ma in questo caso si va oltre e a furia di sottrarre in luminosità si toccano sfumature monocromatiche estreme, che a lungo andare si rivelano un’arma a doppio taglio.

Il film non regala nulla di originale al genere con uno script che rubacchia qua e là (vedi Mad Max e affini) preoccupandosi eccessivamente di non svelare troppo e arrivare integro ad un finale che è forse la parte migliore dell’intera operazione.

Anche se capiamo in questo caso l’importanza della meta piuttosto che del viaggio (anche se in realtà dovrebbe essere il contrario), in ambito cinematografico è il percorso / racconto che fa la pellicola non certamente un finale che per quanto soprendente e a suo modo intrigante non può sostituire un bisogno oggettivo di empatia tra spettatore e personaggi e in questo caso non bastano la "fede" come fulcro narrativo o l'intuire quello che Eli porta con sé, supporto cartaceo a prescindere, per non notare che si pecca in coinvolgimento e anche se nel complesso strappa comunque la sufficienza, al film dei fratelli Hughes manca inequivocabilmente quel "quid" che avrebbe potuto farne un piccolo cult.

Curiosità


Stasera in tv su Rai 3 Codice Genesi con Denzel Washington (7)

- La ragione per cui le mani dei cannibali tremano è perché soffrono di una malattia nota come Kuru, una forma di "Creutzfeld Jakob" causata dal mangiare cervelli umani o colonne vertebrali. Il primo sintomo è il tremore degli arti, che è il motivo per cui le persone controllano le mani di Eli per tutto il film.

- Denzel Washington ha effettuato di persona tutte le scene di stunt che includevano combattimenti corpo a corpo. L'attore si è preparato studiando arti marziali sotto la guida di Dan Inosanto, pupillo di Bruce Lee.

- Il discorso di Eli prima che si scontri con gli uomini di Carnegie nel bar è tratto dalla "Genesi 3: 17-19" dove Dio espelle Adamo ed Eva dal Paradiso Terrestre.

- Kristen Stewart ha rifiutato il ruolo andato a Mila Kunis per girare The Twilight Saga: New Moon.

- Il film si svolge nel 2043.

- Quando Eli si siede nella stanza in cui Carnagie lo imprigiona vi è un poster del film A Boy and His Dog del 1975, titolo considerato come uno dei primi film post-apocalittici nonché fonte di ispirazione per molti film e videogiochi distopici e post-apocalittici.

- Le cuffie utilizzate da Denzel Washington sono delle "Beats by Dr. Dre".

- L'auto dietro la quale Eli si ripara durante la sparatoria è una Rover P6.

- Per tutto il film si dice che la bibbia di Eli è l'unica rimasta. Dopo che la Bibbia appena stampata viene messa sullo scaffale, accanto c'è un libro con un titolo in ebraico che dice "Tanach". Tanach è la bibbia ebraica.

Citazioni e riferimenti (via Wikipedia):

- Redridge, interpretato da Ray Stevenson, in una scena accenna fischiando al tema di C'era una volta in America di Ennio Morricone ed anche il famoso tema di Metti, una sera a cena, sempre di Morricone.

- In una scena del film Eli cita alcune parole della canzone At Folsom Prison di Johnny Cash.

- Carnegie, interpretato da Gary Oldman, trae spunto per la sua politica dittatoriale dal dittatore italiano Benito Mussolini, come si vede in una scena mentre sfoglia un libro a lui intitolato.


- Il film costato 80 milioni di dollari ne ha incassati worldwide circa 157.

La colonna sonora


Stasera in tv su Rai 3 Codice Genesi con Denzel Washington (8)

- Le musiche originali del film sono del musicista, produttore discografico ed ingegnere del suono Atticus Ross.

- Ross è un assiduo colaboratore del regista David Fincher e in collaborazione con Trent Reznor ha composto per il regista le musiche di The social Network, Millennium - Uomini che odiano le donne e L'amore bugiardo - Gone Girl.

- Ross aveva già collaborato con i fratelli Hughes nel 1997 musicando un loro progetto televisivo, la serie britannica Touching Evil.

Stasera in tv su Rai 3 Codice Genesi con Denzel Washington (1)

1. Panoramic
2. Outland
3. The Journey
4. Amen
5. The Convoy
6. Solara Violated
7. Safe
8. Human
9. Meant To Be Shared
10. The Passenger
11. Den Of Vice
12. Gattling
13. Blind Faith
14. Convoy Destruct
15. Movement
16. Carnegie’s Demise
17. The Purpose

Per ascoltare la colonna sonora integrale cliccate QUI.

Outland - Atticus Ross:

Panoramic - Atticus Ross:

The Journey - Atticus Ross:

Clip e video


Stasera in tv su Rai 3 Codice Genesi con Denzel Washington (4)

Clip con scene del film in italiano:

Video musicale con immagini del film:

  • shares
  • Mail