The Billionaire’s Vinegar, Matthew McConaughey dietro il mistero della bottiglia di vino più costosa di sempre

Il mistero del vino più costoso del mondo diventa cinema

Il Premio Oscar Matthew McConaughey ha un film targato Sony Pictures in agenda, ovvero la trasposizione cinematografica del best-seller The Billionaire’s Vinegar, scritto da Benjamin Wallace. Sottotitolo: 'il mistero della più costosa bottiglia di vino al mondo'. Tutto ha origine il 5 dicembre 1985, quando una bottiglia di Chateau Lafite-Bordeaux del 1787 viene venduta per 105.000 sterline, ovvero 156.000 dollari: nove volte il precedente record mondiale. Ad acquistarla Kip Forbes, figlio di uno dei più noti e stravaganti miliardari del XX secolo.

La bottiglia era appartenuta inizialmente a uno dei più appassionati cultori di vino del XVIII secolo. Il Château Lafitte è uno dei vini più pregiati al mondo, è il principe di ogni cantina. A scoprire la bottiglia fu Hardy Rodenstock, agente di pop-band appassionato di vini datati. Nel 1985, Rodenstock annunciò ai suoi amici cultori del vino di aver fatto un'incredibile scoperta. Alcuni operai a Parigi, dietro una parete di mattoni che avevano demolito, avevano trovato nascoste alcune bottiglie di vino, forse appartenute a Thomas Jefferson. 1787, 1784. Rodenstock non volle rivelare il numero esatto delle bottiglie, né dove si trovasse esattamente l'edificio, né tantomeno chi ne fosse il proprietario. Il mistero ha resistito per circa 20 anni.

Matthew-McConaughey

Benjamin Wallace non ha fatto altro che rivivere la storia mescolando mistero e risate, smascherando il grande bluff. A produrre la pellicola Todd Black, Jason Blumenthal, James Lassiter, Will Smith e Steve Tisch, con McConaughey mattatore e a breve in sala nell'ultimo film di Gus Van Sant, Sea of Trees.

Fonte: Comingsoon.net

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail