Bambino sostiene di essere la reincarnazione di un attore di Hollywood

Una storia di reincarnazione nel mondo del cinema

di carla

Tutto cominciò a quattro anni, quando Ryan Hammons ha iniziato a svegliarsi nel bel mezzo della notte, torturato da incubi spaventosi. Erano visioni vivide in cui si trovava sempre nel corpo di un altro uomo. Ma non erano propriamente incubi, sembravano più come ricordi.

I genitori cominciarono a notare comportamenti strani nel figlio. Diceva: “Ero grande, ma ora non lo sono” e “Mi piaceva di più quando ero grande e potevo andare dove volevo”. Un giorno, mentre stava guardando la tv, puntò il dito verso lo schermo che mostrava il quartiere di Hollywood Hills ed esclamò: “Quella era la mia casa!” e parlava di cose che un bimbo di 5 anni non avrebbe potuto sapere, come la Tru Ade, una bibita popolare in California nel 1940, ma la cui produzione era cessata nel 1960. Infine, il punto di rottura è arrivato all’età di cinque anni quando Ryan ha detto a sua madre: “Mamma, ho qualcosa da dirti: sono qualcun altro”.

Ryan ha spiegato ai suoi genitori che veniva da Hollywood, che incontrava celebri star del cinema, dei suoi viaggi all’estero, che ballava a Broadway, e che “lavorava per un’agenzia in cui la gente cambiava i loro nomi”. Ha ricordato di aver vissuto su una strada con la parola “rocks” nel nome e di essere morto a 61 anni.

La famiglia di Ryan era cristiana devota e non credeva nella reincarnazione, così, senza raccontare niente a nessuno, la madre ha segretamente sfogliato innumerevoli libri di Hollywood nella biblioteca locale per capire cosa stava succedendo, finché un giorno “abbiamo trovato la fotografia ed è cambiato tutto”.

La foto era un manifesto pubblicitario del film “Night After Night” del 1932 (il debutto cinematografico di Mae West) e quando Ryan lo vide, indicò il poster e disse: “Questo è George! Abbiamo fatto un film insieme”. Ha poi indicato un altro uomo e ha continuato. “E mamma, quel ragazzo sono io. Mi hai trovato!”. Ryan ha poi parlato di una scena memorabile del film dove si vede un armadio pieno di armi. Sua madre ha cercato il filmato su YouTube e con sua grande sorpresa, c’era davvero una scena con un armadio pieno di armi.

La famiglia a quel punto ha contattato il dottor Jim Tucker, professore di Psichiatria e Scienze neurocomportamentali presso l’Università della Virginia e con decenni di esperienza su eventi di reincarnazione legati ai bambini. Un ricercatore è stato in grado di identificare l’uomo che Ryan aveva indicato. Per fortuna, pur non avendo un ruolo parlante nel film, l’uomo è stato elencato nei credits come Marty Martyn (sembra che Martyn avesse avuto una parte parlata che è stata poi tagliata dal film, e quindi è stato citato nei titoli di coda). La famiglia di Ryan ha contattato gli eredi di Martyn e hanno confermato più di “55 dettagli” che il bimbo aveva fornito sulla vita di Martyn.

– I ricordi del bimbo corrispondono alla vita di Marty Martyn
– Ryan ha descritto la madre di Martyn dettagliatamente fino al colore dei capelli.
– La famiglia di Martyn ha confermato che il figlio amava andare in spiaggia e stare lì seduto a guardare i surfisti. Ryan aveva ricordato “scottature frequenti prese al mare”.
– Per quanto riguarda la strada con la parola “rocks” hanno scoperto che Martyn aveva vissuto al 825 Nord Roxbury Dr. a Beverly Hills.
– Ryan ha confermato quanti bambini aveva Martyn (cinque figliastri e una figlia biologica), quante volte era stato sposato (quattro), il tipo e il colore di auto di Marty, che aveva posseduto diversi pianoforti e che aveva una cameriera afro-americana.

Un fatto però sembrava particolarmente importante. Ryan ha detto di essere morto all’età di 61 anni ed era assolutamente certo. Il certificato di morte di Martyn, tuttavia, riportava l’età a 59 (morte avvenuta il 25 dicembre 1964, causata da un’emorragia cerebrale a causa di complicazioni di leucemia). Il dottor Tucker ed entrambe le famiglie hanno iniziato a studiare la storia di Martyn in modo più approfondito. Hanno trovato dei documenti del censimento e hanno scoperto che Martyn era nato esattamente il 19 maggio 1903, quindi era morto a 61 anni, proprio come sostenuto da Ryan.

All’età di 10 anni, Ryan sostiene che i suoi ricordi della vita di Marty Martyn stanno svanendo, ed il dottor Tucker ha detto che è tipico durante la crescita. Ad ogni modo il medico spiega che il suo è uno dei casi più dettagliati di reincarnazione che abbia mai visto.

Fonte: AlteredDimensions

I Video di Cineblog