Need for Speed 2, sequel made in Cina

Need for Speed 2 diventa 'cinese'

Incassati 'solo' 43,577,636 dollari in America, Need for Speed ha letteralmente fatto furore fuori dagli States, tanto dall'incassare altri 160 milioni di dollari e garantirsi un sequel. Particolarmente e sorprendentemente ricco il mercato cinese, che ha 'regalato' alla pellicola diretta da Scott Vaugh ben 66,240,000 dollari. Proprio per questo motivo Need for Speed 2 prenderà vita in Cina. Secondo quanto riportato da Variety, China Movie Channel Program Center, Jiaflix Enterprises e 1905 Pictures hanno dato vita ad una joint venture che vedrà il film interpretato da Aaron Paul sbarcare nella Terra del Sol Levante, come fatto lo scorso anno dalla Paramount con Transformers 4. E i risultati, pari a 300 milioni di dollari rastrellati solo in Cina, sono stati sbalorditivi.

A completare il quadro, ovviamente, un cast di star cinesi 'appetibili' per il mercato cinese, con la Dreamworks attualmente al lavoro con la Electronic Arts per rendere il tutto fattibile. Il clamoroso boom di Fast and Furious 7, tra le altre cose, potrebbe portare la produzione a premere sull'acceleratore, provando così a tramutare il celebre videogioco in vero e proprio franchise cinematografico.

Need for Speed - spot tv e nuovo trailer dal Super Bowl 2014

Nel primo capitolo, uscito un anno fa e in Italia quasi del tutto snobbato, completavano il cast Imogen Poots, Dominic Cooper, Ramon Rodriguez, Rami Malek, Harrison Gilbertson, Scott 'Kid Cudi' Mescudi , Michael Keaton e Dakota Johnson. La trama? Per Tobey Marshall, un onesto meccanico che gestisce l'officina di famiglia e partecipa alle corse clandestine con gli amici nei weekend, la vita scorre felice. Ma il suo universo va in mille pezzi quando viene incastrato per un crimine che non ha commesso e finisce in prigione. Così passa i due anni successivi con in mente una sola cosa: la vendetta. Mentre mette in discussione tutto quello in cui ha sempre creduto, è determinato a distruggere i suoi nemici... costi quel che costi.

Fonte: Comingsoon.net

  • shares
  • Mail