Stasera in tv: “Star Trek – Into Darkness” su Italia 1

Italia 1 stasera propone “Star Trek – Into Darkness”, action fantascientifico del 2013 diretto da JJ Abrams e interpretato da Chris Pine, Zachary Quinto, Zoë Saldaña e Benedict Cumberbatch.

 

Cast e personaggi

Chris Pine: James T. Kirk
Zachary Quinto: Spock
Zoë Saldaña: Nyota Uhura
Benedict Cumberbatch: Khan
Alice Eve: Dott.ssa Carol Marcus
Karl Urban: Dott. Leonard ‘Bones’ McCoy
Simon Pegg: Montgomery Scott
John Cho: Hikaru Sulu
Anton Yelchin: Pavel Chekov
Bruce Greenwood: Amm. Christopher Pike
Peter Weller: Amm. Alexander Marcus
Noel Clarke: Thomas Harewood
Nazneen Contractor: Rima Harewood
Leonard Nimoy: Spock anziano

Doppiatori italiani

Stefano Crescentini: James T. Kirk
Alessio Cigliano: Spock
Ilaria Stagni: Nyota Uhura
Francesco Bulckaen: Leonard McCoy
Nanni Baldini: Montgomery Scott
Gianfranco Miranda: Hikaru Sulu
Davide Perino: Pavel Chekov
Angelo Maggi: Amm. Christopher Pike
Simone D’Andrea: John Harrison / Khan
Domitilla D’Amico: Dott.ssa Carol Marcus
Stefano De Sando: Amm. Marcus
Sergio Graziani: Spock anziano

 

La trama

La storia inizia con il ritorno dell’Enterprise sulla Terra in seguito ad un controverso incidente galattico. L’indomito Capitano Kirk è tuttavia impaziente di tornare fra le stelle per una nuova e più lunga missione di pace ed esplorazione.

Le cose però non vanno affatto bene sul Pianeta Blu. Un devastante attacco terrorista ha rivelato una realtà allarmante e la Flotta Stellare ha subìto un attacco dall’interno dalle disastrose conseguenze globali. Il Capitano Kirk guiderà l’Enterprise in una missione incredibile che spazia dal pianeta Klingon alla Baia di San Francisco. Il nemico che si annida a bordo dell’Enterprise ha un unico scopo: la distruzione totale.

Kirk guiderà i suoi compagni in un ingannevole regno di specchi dove non si erano mai inoltrati prima d’ora, penetrando il sottile confine fra amici e nemici, vendetta e giustizia, alle prese con una guerra totale e la potenzialità di un futuro unito.

 

Il nostro commento

Stasera in tv su Italia 1 Star Trek - Into Darkness di JJ Abrams (7)

Come premesso nel precedente articolo dedicato al reboot Star Trek – il futuro ha inizio da trekker di lungo corso continuo a trovare il rimaneggiamento di JJ Abrams dell’universo di Gene Roddenberry esteticamente intrigante, ma narrativamente poco rispettoso di un franchise che ha un background che definire “sconfinato” è un eufemismo.

Premesso ciò con questo secondo capitolo Abrams sembra voler aggiustare il tiro dando al film un minimo sindacale di connessione con il glorioso passato di Kirk e compagni, mettendo da parte gli irritanti ammiccamenti alla saga di Star Wars contenuti nel primo film (anche se un “R2-D2” ce lo ha dovuto infilare per forza), sfruttando un leggendario antagonista di gran lusso come Khan, qui in versione “terrorista” e interpretato dal talentuoso Benedict Cumberbatch, per poi tornare a regalarci qualche inevitabile “mal di pancia” stravolgendo in maniera indecorosa il look dei Klingon.

In conclusione Into Darkness segue l’iter del suo predecessore, smussa le spigolosità da reboot e si mostra nettamente superiore al film d’esordio, ma per il sottoscritto siamo ancora troppo lontani dal materiale originale che per nostra fortuna ritroveremo finalmente omaggiato con il dovuto rispetto nel terzo film Star Trek Beyond di Justin Lin, sequel che si è rivelato senza dubbio il miglior film della serie “reboot” con il suo tornare senza paura alle origini del franchise di Gene Roddenberry pronto a compiere 50 anni splendidamente portati.

 

 

Curiosità

Stasera in tv su Italia 1 Star Trek - Into Darkness di JJ Abrams

– Questo è il 12° film cinematografico di Star Trek e si svolge nel 2259.

– Il personaggio di Benedict Cumberbatch non è stato rivelato all’attore fino ad una settimana dopo la notizia del suo casting. Un rappresentante dello studio è volato a Londra da Los Angeles con lo script ammanettato al polso.

– Vi è un divertente riferimento alla serie classica che riguarda un poco entusiasta Chekov a cui viene chiesto da Kirk di indossare una divisa rossa. In una famosa intervista l’attore Walter Koenig ha dichiarato che essere parte di Star Trek in tutti questi anni era stato fantastico, finché non gli è stato chiesto di indossare una divisa rossa, dal momento che la maggior parte di quelli che indossavano divise rosse nella serie tv originale finivano quasi sempre per essere uccisi.

– Benedict Cumberbatch ha registrato il suo provino dalla cucina del suo migliore amico con un iPhone.

–  Nel film viene menzionata la nave “USS Bradbury”. Questo è in omaggio allo scrittore di fantascienza Ray Bradbury, scomparso nel giugno del 2012.

– Scotty si riferisce a McCoy come “Bones”, questo è l’unico caso nella storia di Star Trek in cui una persona diversa da Kirk si rivolge a lui usando questo soprannome. In “Star Trek: La ragnatela Tholiana (1968)”, quando McCoy si arrabbia, Spock gli dice che Kirk gli avrebbe detto “Lascia perdere Bones”.

– Karl Urban rende omaggio a DeForest Kelley indossando un anello al mignolo della mano sinistra, proprio come fece Kelley nella serie classica e in tutti e sei i film in cui apparve.

– Le cinture di sicurezza implementabili dalle sedie dell’equipaggio sul ponte e in una stazione di controllo del nucleo a curvatura erano state originariamente descritte in una scena finale eliminata da Star Trek – La Nemesi.

– J.J. Abrams ha considerato brevemente l’utilizzo di William Shatner in un piccolo ruolo fondamentale, ma alla fine ha cambiato idea.

– J.J. Abrams ha lanciato il cattivo di Benedict Cumberbatch come una combinazione di Joker (Il cavaliere oscuro), Hannibal Lecter (Il silenzio degli innocenti) e Jack Torrance (Shining).

– Il nucleo di curvatura raffigurato nel film è in realtà uno strumento del Lawrence Livermore National Laboratory, il sistema laser più grande e più potente del mondo.

Stasera in tv su Italia 1 Star Trek - Into Darkness di JJ Abrams (8)

– In Rotta verso l’ignoto (1991) Uhura (Nichelle Nichols) non conosceva il Klingon durante la loro missione segreta. Invece la Uhura della realtà alternativa interpretata da Zoe Saldana parla fluentemente la lingua ed è in grado di utilizzare l’abilità mentre si trova nello spazio Klingon.

– Questo segna la prima volta che un film di Star Trek viene girato al di fuori degli Stati Uniti, con riprese in Islanda per le sequenze di effetti speciali.

Paramount Pictures aveva chiesto che il regista J.J. Abrams girasse il film in 3D. Tuttavia, Abrams ha voluto invece girare il film bidimensionalmente su pellicola con l’ausilio di macchine da presa IMAX. Il compromesso raggiunto ha reso questo film il primo ad essere girato in IMAX e convertito in 3D in post-produzione.

– Questo è stato l’ultimo ruolo di Leonard Nimoy prima della sua morte, avvenuta il 27 febbraio 2015 all’età di 83 anni.

– Benicio Del Toro è stato in trattative per il ruolo di John Harrison, ma alla fine ha rifiutato a causa di questioni monetarie. Demian Bichir, Edgar Ramírez e Jordi Mollà sono stati considerati in seguito, prima di che fosse scelto Benedict Cumberbatch.

– Michael Dorn, che aveva interpretato il klingon e tenente della Flotta stellare Worf in Star Trek: The Next Generation e Star Trek: Deep Space Nine era  stato contattato per un ruolo durante l’inizio delle riprese e gli era stato chiesto di interpretare un ufficiale. Alla fine però i  realizzatori hanno deciso che “non volevano mescolare il vecchio con il nuovo” e lo hanno tagliato.

– Mickey Rourke è stato considerato per il ruolo di Khan Noonien Singh.

– Gli sceneggiatori hanno tratto ispirazione dai romanzi di fantascienza di Arthur C. Clarke e Larry Niven.

– Hayley Atwell e Teresa Palmer hanno sostenuto un provino per il ruolo di Carol Marcus.

– Questa è la seconda apparizione di Scott Lawrence in “Star Trek”; l’attore aveva già recitato come guest-star Star Trek Voyager: Il vuoto (2001) nei panni del Capitano Garon dei Nygeani.

– Christopher Doohan, il figlio dello Scotty originale James Doohan, fa un cameo nel film come l’ufficiale che trasporta Simon Pegg (Scotty).

Stasera in tv su Italia 1 Star Trek - Into Darkness di JJ Abrams (9)

– A 1 ora, 17 minuti e 18 secondi del film, quando la Vengeance fa fuoco sull’Enterprise ed entrambe sono a velocità curvatura, si può vedere di sfuggita un R2-D2 risucchiato nello spazio insieme a vari detriti, attrezzature e uomini dell’equipaggio dell’Enterprise.

– Leonard Nimoy fa la sua ottava apparizione come Spock nella serie di film “Star Trek” battendo il record detenuto da William Shatner, James Doohan, Walter Koenig e Majel Barrett.

– In Star Trek II – L’ira di Khan (1982), Spock sacrifica la sua vita per ripristinare il motore a curvatura dell’Enterprise e muore di avvelenamento da radiazioni guardando l’amico Kirk bloccato all’esterno. In questo film i ruoli sono invertiti e Kirk dà la sua vita per ripristinare la propulsione a curvatura mentre è Spock bloccato all’esterno. La successiva battuta di Spock: “KHAAAAAN!” è stata invece pronunciata da Kirk nell’originale, ma in un contesto diverso e in una parte differente della storia.

– Lo sceneggiatore Damon Lindelof ha chiesto scusa su Twitter per la scena molto criticata e apparentemente gratuita in cui l’attrice Alice Eve si spoglia e rimane in biancheria intima. Il regista J.J. Abrams invece non era d’accordo con le critiche e Alice Eve in seguito ha dichiarato di non essersi sentita per nulla sfruttata.

– Questa è la seconda apparizione di Peter Weller in “Star Trek”; l’attore era stato già guest star in Enterprise: Demoni (2005) e Enterprise: Lotta per la Terra (2005), in entrambe le apparizoni l’attore ha interpretato il ruolo di un cattivo.

– Il nome completo di Khan (Khan Noonien Singh) viene utilizzato una sola volta per tutto il film, quando Spock menziona il suo incontro con lui in Star Trek: Spazio profondo (1967) e Star Trek II – L’ira di Khan (1982).

– Il periodo di tempo intercorso tra Star Trek – Il futuro ha inizio (2009) e Star Trek Into Darkness è coperto da una serie a fumetti pubblicata da IDW.

– Diverse modifiche al design dell’Enterprise sono visibili dopo il suo varo. I motori a impulso a poppa della sezione a disco sono molto più ampi e le gondole dei motori a curvatura sono state leggermente modificate.

Into the Darkness è il titolo con il maggior incasso di tutti i film di Star Trek. Il film ha totalizzato worldwide di circa 467 milioni di dollari a fronte di un budget di 185 milioni.

 

La colonna sonora

Stasera in tv su Italia 1 Star Trek - Into Darkness di JJ Abrams (3)

– Le musiche originali del film sono di Michael Giacchino (Up) già autore delle musiche di Star Trek – Il futuro ha inizio (2009).

– Giacchino vanta diverse collaborazioni con il regista e produttore JJ Abrams, sue le musiche delle serie tv Alias, Lost e Fringe e dei film Mission: Impossible III, Cloverfield e Super 8.

– La canzone che si può ascoltare nella scena del bar è “Everybody Wants to Go to Heaven” di Albert King.

 

Stasera in tv su Italia 1 Star Trek - Into Darkness di JJ Abrams (1)

1. Logos/Pranking The Natives (3:01)
2. Spock Drops, Kirk Jumps (1:43)
3. Sub Prime Directive (2:23)
4. London Calling (2:09)
5. Meld-merized (2:40)
6. The Kronos Wartet (5:25)
7. Brigadoom (3:41)
8. Ship To Ship (2:50)
9. Earthbound And Down (2:37)
10. Warp Core Values (2:56)
11. Buying The Space Farm (3:17)
12. The San Fran Hustle (5:00)
13. Kirk Enterprises (3:00)
14. Star Trek Main Theme (3:25)

 

Star Trek Into Darkness Full Soundtrack [+ Bonus Track] – Michael Giacchino:

Star Trek Into Darkness Suite (live) – Michael Giacchino:

 

Clip e video

Stasera in tv su Italia 1 Star Trek - Into Darkness di JJ Abrams (4)

 

 

 

 

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Star Trek

Tutto su Star Trek →