E’ morto Luigi Comencini

Si è spento oggi, all’età di novant’anni, Luigi Comencini, uno dei più importanti registi italiani del dopoguerra. Il padre della commedia all’italiana, assieme a Risi, Monicelli e Scola, capace di dirigere mostri sacri come Totò, Sordi, De Sica, Gassman, Manfredi, Mastroianni, Tognazzi, Cardinale, Lollo e Mangano, ci lascia oggi, con una serie di capolavori del

Si è spento oggi, all’età di novant’anni, Luigi Comencini, uno dei più importanti registi italiani del dopoguerra.

Il padre della commedia all’italiana, assieme a Risi, Monicelli e Scola, capace di dirigere mostri sacri come Totò, Sordi, De Sica, Gassman, Manfredi, Mastroianni, Tognazzi, Cardinale, Lollo e Mangano, ci lascia oggi, con una serie di capolavori del cinema nostrano alle sue spalle.
E’ lui a realizzare la prima commedia all’italiana, quel Pane amore e Fantasia diventato un classico della cinematografia nostrana, nel lontano 1953, Orso d’oro al Festival di Berlino.

Nel 1960 arriva un’altro capolavoro assoluto, con un superbo Alberto Sordi, ovvero Tutti a Casa.
Nel 1972 commuove milioni di italiani con il suo personale Pinocchio televisivo, con un indimenticabile Geppetto, interpretato da Manfredi.
Nello stesso anno dirige un trio di attori pazzesco, SordiMangano e una favolosa Bette Davis nello Scopone Scientifico.

Comencini ci lascia 44 pellicole e due figlie, Cristina e Francesca, entrambi registe, certamente orgogliose di aver avuto un padre simile, come lo siamo noi, semplici spettatori.

Ciao Luigi, da tutto Cineblog.

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →