• Film

Non solo musica nel Traffic di Torino

Al Traffic Torino Free Festival non solo musica. Valga a dimostrarlo il corredo cinematografico ispirato al gemellaggio fra Torino e Manchester. Il film di Michael Winterbottom 24-Hour Party People, in concorso a Cannes tre anni or sono e proiettato nell’occasione in anteprima (con[…]

Al Traffic Torino Free Festival non solo musica. Valga a dimostrarlo il corredo cinematografico ispirato al gemellaggio fra Torino e Manchester.

Il film di Michael Winterbottom 24-Hour Party People, in concorso a Cannes tre anni or sono e proiettato nell’occasione in anteprima (con sottotitolazione approntata appositamente), narra appunto la vicenda pluridecennale che Traffic tenta di ricostruire sabato 2 luglio. E analogamente, tutte le altre giornate del festival forniranno pretesti cinematografici.

In aperturail 29 giugno l’esibizione serale dei Throbbing Gristle alle Limone Fonderie Teatrali avrà come sponda le proiezioni selezionate dal ricco repertorio audiovisivo del leggendario gruppo londinese.

Il giorno dopo, essendo protagonisti sul palco principale di Traffic Aphex Twin e il suo regista di fiducia Chris Cunningham, esponente della Warp Record di Sheffield, il Museo Nazionale del Cinema risponderà facendo scorrere al Cinema Massimo immagini e suoni marchiati da quel logo.

E infine, venerdì 1 luglio, quando maggiore attrazione del festival sarà l’happening Femminile Plurale – concepito e animato insieme a Virginia Rodrigues e Lura – da Carmen Consoli, le proiezioni avranno a che fare con il sud del mondo e la condizione delle donne in quei paesi.