Le 10 migliori torture nel cinema americano

Con Hostel Parte II, in uscita nelle nostre sale da venerdì 22 giugno, ritornano le torture al cinema. Con i due film di Eli Roth, la serie Saw ed altri horror contemporanei ritornano gli orrori del dolore estremo e del gore. Ma nel cinema le scene di tortura non sono presenti solo nei film dell’orrore,



Con Hostel Parte II, in uscita nelle nostre sale da venerdì 22 giugno, ritornano le torture al cinema. Con i due film di Eli Roth, la serie Saw ed altri horror contemporanei ritornano gli orrori del dolore estremo e del gore. Ma nel cinema le scene di tortura non sono presenti solo nei film dell’orrore, e una classifica ci fa ripercorrere 10 sequenze-shock. E sono presenti anche film d’azione, fantasy, film storici e drammatici.

Attenzione: la classifica si basa solo sul cinema americano, quindi è ovvio che non ci troveremo il Takashi Miike di Ichi the Killer (vedi l’uomo appeso per la schiena e torturato anche con l’olio bollente) o Audition (la tortura finale con gli spilli e l’amputazione dei piedi), tanto per fare un noto esempio.
Leggiamo quindi quali sono queste dieci sequenze, più due menzioni speciali, e vediamo che film mettereste voi in classifica.

10. L’ultimo Re di Scozia: il dittatore Forest Whitaker si vendica del suo finto medico personale James McAvoy…

9. Payback: Mel Gibson viene torturato a suon di martellate sulle dita dei piedi.

8. La storia fantastica: pensavate che in classifica ci fosse Misery di Reiner? E invece c’è questo suo film: la macchina del dolore del Conte Ruger ha impressionato il pubblico.

7. Arma letale: ancora Mel. La scena è quella in qui viene sadicamente torturato da Al Leong con l’elettricità…

6. Casino Royale: Daniel Craig nudo immobilizzato sulla sedia, costretto a sopportare colpi e colpi lì dove noi maschietti non vorremmo proprio!

5. Braveheart: considerato un traditore, Wallace/Gibson (ancora!) viene torturato; Edoardo I vorrebbe morisse prima di lui, ma Mel resiste e quell’urlo (Libertààà!) rimarrà nella storia.

4. Hostel: scorpacciata di torture. Qual è la più terribile? Josh a cui vengono trapanate le gambe e poi tagliati i tendini, o la povera giapponese a cui viene terribilmente torturato l’occhio?

3. Non aprite quella porta: l’originale (1974) si dimostra ben più coraggioso e cattivo del remake (2003). Ad essere “appeso” ad un enorme gancio da macellaio per la schiena non è un ragazzo, bensì una ragazza…

2. Le iene: il nostro dottore vi aveva proposto la scena qualche tempo fa. E questa classifica non può farne a meno: Michael Madsen che taglia allegramente l’orecchio del poliziotto è impagabile.

1. La Passione di Cristo: ancora Mel. Ma questa volta solo dietro la macchina da presa. Impossibile scegliere una sola scena di tortura a quale viene sottoposto Gesù/Caviezel.

Menzioni speciali alla tortura di Elijah Wood ad opera di Mickey Rourke in Sin City, e l’eroe di Orgazmo (inedito, ma dopo questa menzione da recuperare!) che fa sesso con T-rex, pornostar di 220 kg…

Due che mi vengono subito in mente e non presenti in classifica: Il maratoneta (“E’ sicuro?”) e la semi-castrazione de Il serpente e l’arcobaleno. Senza appunto contare i vari Saw, ma me ne sto dimenticando sicuramente tantissimi.
Allora diteci: qual è la vostra sequenza cult di tortura? Io vi rispondo con un po’ di immagini (non avendo trovato il filmato della sequenza in questione) tratte da The Dentist 2, mediocre sequel del primo film diretto ancora una volta da Yuzna, che però contiene una sequenza che gli amanti dell’horror più crudo non possono perdere…




Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →