ildocumentario.it: l’inedito uccide

Abbiamo ricevuto una segnalazione dalla redazione del sito ildocumentario.it che riguarda la questione degli inediti ai vari festival e alle mostre. Copio e incollo direttamente dal sito:“Da tempo nei festival italiani si sta diffondendo la pessima abitudine di chiedere che i film presentati per le selezioni siano inediti. Non stiamo parlando della Mostra del Cinema



Abbiamo ricevuto una segnalazione dalla redazione del sito ildocumentario.it che riguarda la questione degli inediti ai vari festival e alle mostre.
Copio e incollo direttamente dal sito:

“Da tempo nei festival italiani si sta diffondendo la pessima abitudine di chiedere che i film presentati per le selezioni siano inediti. Non stiamo parlando della Mostra del Cinema di Venezia, ma di manifestazioni medie e addirittura minori, come se questa richiesta li elevasse di grado. In realtà pretendere di selezionare film documentari inediti significa uccidere la vita stessa dei film, che saranno proiettati una sola volta ad una platea di qualche centinaio di persone, quando va bene. Con piacere riceviamo e pubblichiamo la lettera del regista Antonio Bellia, accogliendo la sua proposta di preparare una petizione da presentare ai festival perché la richiesta dell’inedito sia cancellata dai regolamenti dei festival.”

La riflessione sulla parola “inedito” del regista Antonio Bellia la trovate sul sito, mentre la petizione la trovate qui. Ho già firmato, convinto che il documentario possa contribuire in modo importante ad un miglioramento del cinema italiano, e sia un modo economico ma non meno affascinante rispetto ai film fiction anche per i giovani di iniziare a fare qualcosa di attivo nel mondo cinematografico. E una maggiore visibilità di questa “cateogoria” non può non fare del bene.