Brain on Fire, Chloe Grace Moretz al posto di Dakota Fanning

Niente Brain on Fire per Dakota Fanning

gettyimages-478217754.jpg

Dakota Fanning punta finalmente agli Oscar, scrivevamo i primi di gennaio dopo l'annuncio che la vedeva protagonista dell'atteso Brain on Fire, ma ci sbagliavamo. Perché l'ex bimba prodigio è stata sostituita dalla sempre più lanciata Chloe Grace Moretz, che presterà quindi il proprio volto all'incredibile storia vera di Susannah Cahalan. Tratto dal libro Brain on Fire: My Month of Madness, il film verrà prodotto dalla Broad Green Pictures e diretto da Gerard Barrett, 28enne già visto all'opera con Glassland e Pilgrim Hill. Tra i produttori della pellicola, interpretata tra gli altri da Thomas Mann e Jenny Slate, anche Charlize Theron. Via alle riprese il prossimo 13 luglio, in Canada, per poi uscire in sala nel 2016.

Chloe Grace Moretz sarà quindi la bella e bionda Cahalan, giornalista del New York Post a cui vennero fatte quattro diverse diagnosi all'età di 24 anni: psicotica, depressa bipolare, epilettica e schizofrenica. Un giorno si svegliò legata in un letto d'ospedale, incapace di muoversi e di poter parlare, nonché priva di memoria. I medici brancolavano nel buio. Tra i suoi sintomi si facevano spazio febbre, emicranie lancinanti, crisi di pianto, fotofobia, attacchi epilettici, paranoia, allucinazioni, aggressività, esperienze extracorporee, perdita della parola, catatonia. Fino a quando a salvarla arrivò lui, Souhel Najjar, neurologo di origini siriane che intuì come Susannah fosse affetta da una rara malattia neurologica, l’encefalite autoimmune anti-Nmda. Curabile. Oggi quasi 30enne la Cahalan scrive sul New York Times e le sue 'memorie' sono diventate best seller.

Come abbia potuto la Fanning perdere un ruolo tanto importante resta un mistero, ma certo è che la 18enne Moretz potrà ora puntare alla consacrazione definitiva

Fonte: HollywoodReporter

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail