Unbreakable 2: Shyamalan parla di un sequel "molto diverso" dall'originale

Il regista M. Night Shyamalan parla di un potenziale sequel del suo 'Unbreakable' che descrive come un film a sé stante molto diverso dall'originale.

Un tempo considerato da molti il nuovo Steven Spielberg, M. Night Shyamalan ha subito nel tempo un repentino ridimensionamento artistico, ma un paio dei suoi primi lavori sono ancora considerati dei classici. La seconda metà della sua carriera l'ha visto inanellare un flop dopo l'altro, ma ora il regista sembra pronto per un rilancio con l'horror indipendente The Visit.

Mentre Shyamalan promuove quest thriller-horror low budget che lo riporta alle sue radici, l'attesa di un sequel di uno dei suoi primi successi continua a crescere giorno dopo giorno in maniera esponeziale, con tutti i soggetti coinvolti disposti a bissare. Ora che i tempi sembrano maturi M. Night Shyamalan sostiene che l'idea sta prendendo corpo, ma aggiunge che Unbreakable 2 avrà ben poco a che fare con l'Unbreakable originale tanto da poter anche non essere considerato un vero e proprio sequel.

Questo non suona strano considerando l'originalità del percorso creativo, mai banale o prevedibile, di M. Night Shyamalan, un rischioso zigzagare tra i generi unico che nel corso degli anni ha però generato anche dei notevoli colpi a vuoto vedi L'ultimo dominatore dell'aria e After Earth. Unbreakable viene ricordato come un approccio originale e intenso al mito del supereroe che ha precorso i tempi e la mania da cinecomic che ha travolto Hollywood negli ultimi anni.

Unbreakable - Il predestinato non era basato su un supereroe preesistente o una qualche licenza da fumetto, ma è stata una creazione originale di M. Night Shyamalan. Interpretato da Bruce Willis come un uomo che si scopre illeso e unico sopravvissuto ad un devastante disastro ferroviario. Ben presto questo uomo medio dalla vita monotona scopre di essere un supereroe con poteri straordinari predestinato a compiere grandi cose. Come ogni supereroe che si rispetti anche lui ha una mortale nemesi conosciuta come L'uomo di vetro (Mr. Glass) interpretato da Samuel L. Jackson, un uomo con una rara malattia che rende le sue ossa fragili come cristallo.

Parlando con il sito ScreenRant al Comic-Con di quest'anno, M. Night Shyamalan rivela che un sequel di Unbreakable può realmente accadere, ma che lui non ha alcuna intenzione di farlo per motivi puramente economici. Deve essere qualcosa che arriva dal cuore, qualcosa per cui sia appassionato. In questo momento Unbreakable 2 non è il film di qualcuno pensa sarà come spiega il regista:

Ho interesse zero a fare qualcosa che interessa a tutti tranne che a me. In realtà è molto scoraggiante per me sentire 'Oh possiamo fare un sacco di soldi'...è così scoraggiante a livello di motivazione. Unbreakable rispecchia come mi sentivo nel 2000, ecco chi sono stato nel 2000...ora c'è qualcosa che filtra in me per un approccio che è forse qualcosa di interessante per me. Questo è il massimo che posso dire. Qualcosa sta succedendo. Lo sento. Qualcosa sta accadendo. Dovrebbe essere così diverso da Unbreakable...un qualsiasi studio andrebbe fuori di testa perché non sarebbe affatto come un sequel di alcun tipo. E' solo un film completamente nuovo. Sarebbe una cosa meravigliosa. Ma comunque sto pensando a qualcosa.

Questo annuncio arriva sulla scia di una recente notizia che riportava il desiderio di M. Night Shyamalan di fare sia una serie televisiva che uno spettacolo teatrale basati su Unbreakable. Samuel L. Jackson si è detto pronto a tornare nei panni de L'uomo di vetro, mentre il comico Patton Oswalt ha suggerito al regista un'intera trilogia che vedrebbe  il David Dunn di Bruce Willis formare la sua Justice League di esseri umani con superpoteri. Che tutto ciò accada a breve è piuttosto improbabile poiché dopo The Visit, M. Night Shyamalan progetta di fare un altro piccolo film, ma il regista sembra intenzionato a sviluppare questa sua idea di un sequel "non-sequel" quindi non resta che attendere aggiornamenti.

 

unbreakable-2-shyamalan-parla-di-un-sequel-molto-diverso-dalloriginale.jpg

Fonte: ScreenRant / Movieweb

  • shares
  • Mail