Tom Felton a Giffoni 2015: "Avrei voluto uccidere io Voldemort"

Tom Felton a Giffoni 2015 nella quinta giornata di Festival incontra al mattino un gruppo di fans, mentre nel pomeriggio conferenza stampa e incontro con le giurie.

Risen ha lasciato un segno profondo nella vita di Tom Felton, non solo nella sua carriera, stando a quanto dichiarato dall'attore nell'incontro con la stampa. "Risen mi ha fatto cambiare idea su Gesù", ha confessato: lui, agnostico, è rimasto colpito dalla sua storia, tanto da cambiare - in parte - idea sulla religione.
Questo non gli impedisce di 'rivelare', con un sorriso, che avrebbe voluto essere lui a uccidere Voldemort nella saga di Harry Potter.

Se in conferenza stampa si è approfondito il discorso di Risen, bocche cucite sul suo ruolo in Stratton, che sta girando in Italia.

"Mi spiace, tutto top secret. Non mettetemi in difficoltà" dice ai microfoni di Blogo. A breve la video-intervista.

Intanto rivela che gli "piacerebbe tornare a lavorare con Chris Columbus e David Yates" e si gode il Blue Carpet di Giffoni firmando autografi, facendosi selfie e concedendosi con grande generosità al pubblico e a chi lo ha atteso per ore nella piazza della Cittadella, mentre in sala sono volati gli 'honey', 'sweetheart', per la gioia delle ragazze in sala.

Tom Felton a Giffoni 2015 | Conferenza stampa | Diretta


  • 16.27

    La fama ha influenzato la tua crescita: "mi ritengono molto fortunato rispetto agli altri. Io avevo 13 anni quando ho iniziato a girare. potevo fare due settimane di scuola, due sul set. Mi ha fatto restare un ragazzo abbastanza normale. Soprattutto negli USA pensano che io fossi molto popolare: ma i miei lunghi capelli biondi mi hanno preso in giro. Ma ancora oggi, a Giffoni, ancora non mi rendo conto di quanto sia fortunato.

  • 16.24

    Più faticoso musica o cinema? "La musica mi aiuta tantissimo a rilassarmi, a meditare.... C'è una somiglianza tra fare musica e recitare. La canzone è come un copione: i Beatkes per esempio anno scritto una ventina di canzoni con tre accordi. Puoi usare anche le stesse parole, ma puoi sempre fare qualcosa di diverso. Puoi cambiare il modo di dire la battuta, l'accento.

  • 16.20

    Hai meno di 30 anni e quasi 20 anni di carriera. Come equilibrare il rapporto tra gioco e lavoro? "Spesso i ragazzi mi chiedono non come fare l'attore, ma diventare famosi. E mi spiace. Io amo recitare. Il consiglio è fare ciò che piace. Quand'ero piccolo mi piaceva fare le imitazioni di Jim Carrey. Bisogna fare le cose perché piacciono, non per diventare ricchi e famosi. Questo è il mio consiglio".

  • 16.18

    Qual è il tuo rapporto con la religione: "Beh, devo stare molto attento alla risposta. Sono nato anglicano. Mia mamma va a messa tutte le domeniche e mi ha insegnato ad andare in chiesa. La morale di famiglia è costruita sulla morale cattolica. Ma crescendo sono diventato agnostico, diciamo ho un approccio più razionale.

  • 16.14

    Risen segue il Nuovo Testamento: "Non vorrei entrare in questo argomento, non sono esperto. So che il regista si è documentato e ha fatto tutto il possibile per rendere la storia e il dialogo veritiero. Io davvero non saprei dirti se la storia di Risen sia in contraddizione con il Nuovo Testamento o se lo segua. Posso dirti che quando ho iniziato a girare il film ero ateo convinto. Ma la storia ti colpisce, davvero . E posso dire che sono cambiato".

  • 16.12

    C'è qualcosa che non ti è piaciuto di quel personaggio? E qual è il tuo incantesimo preferito? "Avrei voluto uccidere Voldermort. Perso che la Rowling abbia fatto un lavoro perfetto. Ora sarebbe come chiedere di cambiare Cenerentola".

  • 16.10

    Nuovo disco in arrivo? "Io amo la musica, la faccio in continuazione, è la mia passione. Scrivo di continuo, ma lo faccio per divertimento. Se poi capita di pubblicare qualcosa, bene. Potevate dirmelo prima, avrei portato la chitarra?".

  • 16.09

    "Di fatto è una detective story, davvero una bella sintesi, visto che Ponzio Pilato cerca di evitare che si diffonda la 'leggenda' del Cristo Risorto. Quello che ho imparato è che in Palestina all'epoca c'era un Messia ogni settimana, quindi era un fenomeno da 'debellare'. Diciamo che con Gesù è stato un po' più difficile farlo".

  • 16.07

    Si parte da Risen: "Il racconto della crocifissione e della resurrezione di Cristo. E' la storia vista da un uomo agnostico, quindi narrata seguendo uno sguardo storico. Un resoconto 'realistico', non basato sulla 'legenda' o sulle scritture".

  • 16.07

    La prima domanda: "Posso prendere un chupa chups"?

  • 16.04

    Partita la musica, scattate le urla: Tom Felton è arrivato in Cittadella.

  • 15.57

    Il valzer segnala l'arrivo dell'ospite. Diciamoci la verità, è un ottimo sistema per comunicare l'imminente arrivo sul photocall.

  • 15.41

    Tom Felton è in ritardo... Il quarto d'ora accademico si concede anche a Hogwarts.

tom-felton-giffoni-2015.jpg

Tom Felton 'agita' la quinta giornata del Giffoni Film Festival: Cittadella già invasa dai fans di Harry Potter, appassionati del personaggio di Draco Malfoy, che potranno vederlo sul Blue Carpet. Solo i più fortunati hanno la possibilità di accedere al meet & greet della mattina, mentre nel pomeriggio non scapperà all'incontro con i giurati.

Seguiremo Felton per tutta la giornata e aggiorneremo live i contenuti della sua conferenza stampa dalle 15.40 qui in Cittadella. Confidando che non ci siano ritardi.

 

Tom Felton a Giffoni 2015 | Film e fiction


Se Draco Malfoy gli ha dato notorietà - e una gran quantità di premi -, altri personaggi stanno arricchendo la sua già notevole carriera. Nel 2016 sarà al cinema con Risen, di Kevin Reynolds, pellicola biblica che ripercorre la Resurrezione di Cristo e le settimane successive attraverso lo sguardo del tribuno Clavius (Joseph Fiennes) che insieme a Lucius (Felton) viene istruito da Ponzio Pilato perché i cristiani non alimentino la 'leggenda' della resurrezione. Risulta in post-produzione il thriller Message from the King diretto da Fabrice Du Welz.

Le riprese di Stratton, altro thriller, si stanno invece svolgendo in Puglia dove sarà impegnato dal 15 al 25 luglio. Altra location italiana quella di Roma. Il film, diretto da Simon West, si incentra su un commando dello Special Boat Service britannico che smantella una cellula terroristica internazionale.

In tv, invece, abbiamo visto Felton ultimamente nella prima stagione della serie Murder in the First, dove interpretava Erich Blunt, un giovane imprenditore di talento della Silicon Valley.

Vedremo se ci dirà qualcosa in più dei suoi prossimi progetti.

  • shares
  • Mail