Tom Felton: "Con Harry Potter ho imparato ad amare il cinema"

Tom Felton è sempre Draco Malfoy per gli 800 fans che lo hanno incontrato al meet&greet del Giffoni 2015.

Tom Felton entra nella Sala Lumière ed è davvero la 'luce' per i quasi mille fans che sono riusciti ad assicurarsi un ticket per incontrare 'Draco Malfoy' e saluta con un Ciao Ciao tutti i ragazzi che urlano il suo nome.

"Ho la tua età. Sono cresciuta con te" dice una ragazza prima di rivolgergli la sua domanda. Risponde, ma senza sbilanciarsi, sui prossimi progetti, sui registi con i quali vorrebbe lavorare. Il suo personaggio di Harry Potter ha accompagnato l'infanzia di molti (se non di tutti) tra i ragazzi presenti in sala che gli chiedono del suo rapporto con il suo personaggio più celebre e in generale con i ruoli di 'villain' che ha interpretato.

"E' divertente fare personaggi diversi da me. Fare il cattivo per me è stato decisamente più divertente dell'interpretare un ruolo da 'bravo ragazzo'"

dice Felton, che sta girando in Italia il film Stratton, prodotto dalla società inglese GFM Films, sono iniziate il 15 luglio e proseguiranno fino al 25 luglio nelle province di Brindisi e Lecce. Anche Roma è tra le location dell'action thriller diretto da Simon West.

Harry Potter è un'eredità pesante e gli ha lasciato tanto:

"Harry Potter impara a discernere tra il bene e il male. Mi ha insegnato tanto. Mi ha insegnato ad amare il mio lavoro, ad amare il cinema: quando ho iniziato a lavorare in Harry Potter avevo 10 anni, ero piccolo. Preferivo giocare con gli amici. Con Harry Potter ho imparato ad amare il lavoro dell'attore"

dice Felton. Il suo consiglio ai ragazzi non è tanto diverso da quello dato da altri ospiti ai ragazzi: "Divertitevi e fate sempre quello che volete...". Sarebbe meraviglioso, ma non è facile.

  • shares
  • Mail