WWE licenzia Hulk Hogan: online le scuse per alcuni commenti razzisti

Hulk Hogan nella bufera per alcuni commenti razzisti fatti in un sex tape di diversi anni fa.

Dal suo debutto su grande schermo nel 1983 in Rocky III, Hulk Hogan è diventato uno dei lottatori più popolari del mondo per il suo atteggiamento sfrontato e i commenti sopra le righe. Ora, più di trent'anni dopo, uno di quei commenti  ha messo il wrestler nei guai. Hogan ha fatto alcune insulti razzisti su un sex tape trapelato qualche anno fa e le ripercussioni si fanno sentire solo in questo momento, con la WWE che licenzia Hulkster e gli toglie il titolo di lunga data di WWE Superstar. Il colosso del Wrestling ha rilasciato questa dichiarazione:

La WWE ha rescisso il suo contratto con Terry Bollea (alias Hulk Hogan). WWE si impegna ad abbracciare e celebrare le persone di ogni provenienza, come dimostra la diversità dei nostri dipendenti, artisti e fan di tutto il mondo.

La WWE non ha dichiarato altro e non ha voluto specificare la ragione per il licenziamento, ma la loro decisione arriva dopo che l'uso in passato di linguaggio razzista da parte di Hulk Hogan è venuto alla luce.

Daily Beast riporta che Hulk Hogan ha difeso il suo uso della parola "N" in un'intervista radiofonica  del 2012, in cui sosteneva di aver iniziato ad usarla durante il periodo che ha vissuto a Miami e in cui frequentava i rapper Lil Wayne e Birdman. Nell'intervista Hogan ha dichiarato quanto segue:

Tutti hanno cominciato a chiamarmi "N" e così ho cominciato anche io a chiamare così loro.  L'ho sempre detto, ma ora tutto ad un tratto si scandalizzano quando lo dico e dicono,'Hogan, non si può dire', così io dico, 'Perché lo si può dire a me allora?'

L'utilizzo più noto del linguaggio razzista di Hogan è legato alla querela da 100 milioni di dollari della causa Hulk Hogan contro Gawker, che ha pubblicato un video in cui il lottatore faceva sesso con la moglie di un amico. Il video e le trascrizioni di quei nastri vedono l'ex wrestler WWE usare la parola "N" più volte con l'attore che ha dichiarato: "Credo che siamo tutti un po' razzisti".

Scoppiata la bufera Hogan ha chiesto pubblicamente scusa con questo commento:

Otto anni fa ho usato un linguaggio offensivo durante una conversazione. E' stato inaccettabile per me avere utilizzato tale linguaggio offensivo. Non ci sono scuse per questo...e mi scuso per averlo fatto. Questo non è quello che sono io, credo fortemente che ogni persona nel mondo sia importante e non deve essere trattata in modo diverso in base a razza, sesso, orientamento politico, convinzioni religiose o altro. Sono deluso da me stesso per aver usato un linguaggio offensivo in contrasto con le mie convinzioni.

Nella dichiarazione, Hulk Hogan non parla della WWE e del suo licenziamento. Hogan ha lavorato con l'organizzazione sin dagli anni '80 ed è stato inserito nella WWE Hall of Fame nel 2005, lo stesso anno del debutto del suo reality "Hogan Knows Best". Su grande schermo, dopo il cameo nel film Rocky III, Hogan è apparso nell'action con arti marziali Senza esclusioni di colpi, nel sequel Gremlins 2 - La nuova stirpe, nella parodia Spia e lascia spiare, nel film per ragazzi Lo stile del dragone e nella commedia I Muppets venuti dallo spazio.

Hulk Hogan ha anche pubblicato un commento via Twitter in risposta agli eventi che lo hanno visto coinvolto.

 

 

wwe-licenzia-hulk-hogan-online-le-scuse-dellattore-per-alcuni-commenti-razzisti.jpg

 

 

Fonte: Movieweb

  • shares
  • Mail