• Film

L’inverno di Frankie Machine, William Friedkin alla regia

Hollywood torna a saccheggiare Don Winslow con L’inverno di Frankie Machine


Edito nel 2007, L’inverno di Frankie Machine di Don Winslow gira in quel di Hollywood da anni. Nell’ultimo lustro prima Martin Scorsese e poi Michael Mann, con Robert De Niro protagonista, si sono avvicinati all’adattamento cinematografico del best seller, quest’oggi affidato ufficialmente a William Friedkin. Sarà il regista dell’Esorcista ad occuparsene, con un budget limitato da 15 milioni di dollari.

Protagonista del romanzo il 62enne Frank Machianno, alias Frankie Machine, tranquillo uomo d’affari ancora nel pieno delle sue forze: proprietario di un negozio di esche sul molo di San Diego, agente immobiliare, rifornitore di pesce e tovaglie per ristoranti. Con una figlia da mantenere all’università, una ex moglie cui pagare gli assegni, una fidanzata, giovane e bella, che ama divertirsi. E un amico poliziotto cui ha salvato la vita ma che sa tutto del suo passato, della sua lunga militanza in Cosa Nostra. Quando i suoi antichi “datori di lavoro” si fanno vivi e gli chiedono di intervenire come mediatore in una lite tra famiglie, Frank non può rifiutare. Anche se ciò significa precipitare di nuovo nel mondo della mafia. Per sopravvivere, a Frank Machianno non resta che tornare a essere il terribile Frankie Machine; e nel frattempo cercare nel suo passato, per scoprire chi, tra i suoi vecchi “amici”, è così ansioso di vederlo morto.

Per l’80enne Friedkin, premio Oscar grazie a Il braccio violento della Legge, vorrà dire tornare sul set 4 anni dopo lo splendido e da molti incompreso Killer Joe.

Fonte: Collider