Darren Aronofsky per il biopic sullo stuntman Evel Knievel

Il mitologico Evel Knievel potrebbe diventare cinema con Darren Aronofsky alla regia

23rd May 1975:  American stuntman Evel Knievel practising jumping over three vans in the car park of Wembley Stadium.  (Photo by Central Press/Getty Images)

Dimenticato il tutt'altro che esaltante Noah, Darren Aronofsky, regista di "The Wrestler" e "Black Swan", sarebbe interessato a portare in sala la vita di Evel Knievel, tra i più famosi stuntman motociclisti d'America morto nel 2007 all'età di 69 anni. Tra le sue imprese più celebri si ricorda il tentativo di saltare le cascate Shoshone nello Snake River Canyon (Idaho), nel 1974, a bordo di un razzo a vapore. Tentativo fallito.

Suo il record di ossa rotte nel corso di una vita, 443. Johnny Blaze, protagonista del fumetto Ghost Rider, è nato proprio sulle orme di Knievel, che 12 anni fa diede il permesso alla realizzazione di una rock opera basata sulla sua vita.

Aronofsky, che potrebbe così tornare ad un film 'minore' dopo il tentennante kolossal biblico interpretato da Russell Crowe, sarebbe ai primi contatti con la Sony. Il biopic su Knievel è in lavorazione da oltre un anno, con Channing Tatum inizialmente affiancato al ruolo. A produrre la pellicola Michael De Luca e Dana Brunetti.

Presidente di Giuria all'ultimo Festival di Berlino, Darren Aronofsky è stato collegato anche alla trasposizione cinematografica di The Good Nurse, romanzo di Charles Graeber incentrato sulla storia vera di Charles Cullen, arrestato nel 2003 con l'accusa di aver ucciso circa 300 pazienti nell'arco di sedici anni, da lui vissuti negli abiti di un infermiere in 9 ospedali tra New Jersey e Pennsylvania.

Fonte: AceShowBiz

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail