Guillermo del Toro è stanco di fare film grandi e costosi

Guillermo del Toro vuol dare uno stop al suo coinvolgimento in grosse produzioni di Hollywood.

Guillermo del Toro si è giustamente guadagnato uno zoccolo duro di fan irriducibili grazie a film di genere come Pacific Rim e Hellboy, film che nonostante il grande appeal fantastico non sono "merce" semplice da vendere ad un pubblico vasto come potrebbe essere quello di Avatar o Jurassic World e quindi sfiancanti nell'iter del reperire finanziamenti presso i grandi studios di Hollywood sempre più reticenti a produrre film per una facinorosa e appassionata nicchia di nerd; una situazione che sembra aver sfiancato anche Del Toro che se da una parte vorrebbe girare Pacific Rim 2 e Hellboy 3, dall'altra sembra sempre più  intenzionato a chiudere o almeno a prendersi una lunga pausa dalle grandi e costose produzioni made in Hollywood.

Parlando con The Guardian, Del Toro ha menzionato il fatto che nel corso di questi ultimi anni gli sono stati offerti progetti enormi che alla fine ha rifiutato. Il suo ragionamento è realizzare solo progetti in cui si crede e che non contemplino pressioni esterne e compromessi spesso insostenibili.

Quello che posso dirvi in ​​tutta sicurezza è che io non intendo continuare a fare grandi film per i giganti di Hollywood per molto tempo ancora. 'Crimson Peak' mi ha permesso di lavorare su scala più piccola. Voglio dire, è grande per essere un dramma, ma è un impegno molto più piccolo di 'Pacific Rim' o 'Hellboy'.

Nel corso del suo recente tour promozionale per Crimson Peak abbiamo sentito citare a più riprese sia Pacific Rim 2 che Hellboy 3, ma ogni volta si è insinuato il dubbio che vederli su schermo in tempi relativamente brevi non sarebbe stata una passeggiata. Pacific Rim 2 è stato recentemente messo in stand-by a tempo indeterminato dopo un battibecco tra Universal e Legendary Pictures, anche se Del Toro ha ribadito che il progetto è ancora in pista e che lui non mollerà. Idem per un nuovo sequel di Hellboy con gli studios che pare non abbiano alcuna intenzione di tirar fuori i soldi necessari per lasciarci godere su schermo un ultimo scontro tra l'amato demone rosso di Ron Perlman e le forze delle tenebre.

Dalle parole di Guillermo del Toro sembra che il regista abbia perso la fiducia nel sistema Hollywood e come dargli torto visti anche i problemi avuti sin dai tempi di Mimic, il suo primo film made in Hollywood, già all'epoca Del Toro si era scontrato con le insidie di un sistema produttivo invasivo che spesso manipola il materiale originale per plasmarlo a sua immagine e somiglianza e trasformarlo in qualcosa d'altro, in qualcosa di commerciabile e vendibile al miglior offerente. Questo desiderio di allontanarsi dai grandi budget però non vuol dire per forza che il regista stia metaforicamente gettando la spugna, ma che lontano da vincoli e pressioni potrebbe trovare nuovo terreno fertile in cui investire tempo e creatività. Crimson Peak con un budget di 55 milioni sembra aver reso il lavoro di Del Toro meno pesante visto anche che recuperare con gli incassi un budget di questa entità è senza dubbio più facile e da più certezze.

Alla luce di questa ultima dichiarazione allora quale sarà il futuro artistico di Guillermo del Toro? Quello che sappiamo è che il suo prossimo film dovrebbe essere "piccolo e strano" e girato in bianco e nero, una scelta coerente con le sue ultime dichiarazioni, ma siamo certi che se arrivasse luce verde per Pacific rim 2 o Hellboy 3 la situazione cambierebbe radicalmente e si tornerebbe nella gabbia dei leoni per regalare ai fan un altro spettacolare film tutto da godere.

 

guillermo-del-toro-e-stanco-di-fare-film-grandi-e-costosi.jpg

 

Fonte: Cinemablend / The Guardian

  • shares
  • Mail