Venezia 2012/2013: focus su Biennale College – Cinema

Siete pronti per la sfida? Il progetto Biennale College – Cinema vi permette di realizzare la vostra idea cinematografica: ecco come aderire.

Era uno dei “punti di forza” della ristrutturazione della Mostra del cinema di Venezia, ma è passato un po’ in sordina, forse offuscato dai film e soprattutto dalle immancabili polemiche. Stiamo parlando di Biennale College – Cinema, che, accanto alla “sala web” dei film di Orizzonti, è certamente la novità più audace della “riforma Barbera”. Il progetto non è nuovo all’interno della Biennale, visto che è già attivo nei settori Danza e Teatro, ma arriva finalmente anche nel campo Cinema, con tutte le conseguenze del caso.

Ci si interroga innanzitutto, quindi, sull’importanza di saper (e poter) girare film a micro-budget, e soprattutto sulla possibilità di formare giovani talenti. La storia ce lo ha insegnato: con pochi mezzi si possono tirar fuori prodotti di valore. Non è sempre così, e spesso si discute sull’effettivo valore artistico di opere very low budget (vedi tutto il caos critico attorno a certi film americani del Mumblecore): ma sì, si può. Si può se, innanzitutto, al regista viene data una possibilità, e quindi se è pronto a formarsi ed ha a disposizione un budget.

Arriviamo al dunque: come funziona il Biennale College – Cinema? Possono partecipare innanzitutto solo team di registi alla loro opera prima o seconda, e produttori con diversi livelli di esperienza che abbiano prodotto almeno 3 cortometraggi distribuiti e/o presentati a festival. La Biennale cerca 15 concept/idee per opere audiovisive di lungometraggio che possano essere realizzate con 150.000€, e che possano essere completate-sviluppate, prodotte e montate in 5 mesi e proiettate alla Mostra di Venezia nel 2013.

C’è tempo fino al 22 ottobre per aderire. Dopo il salto trovate la spiegazione ufficiale.

.

Una comunità di cineasti da tutto il mondo si affiancherà ad un team internazionale di esperti e tutor invitati a sviluppare l’estetica della cinematografia a micro-budget e nuovi modelli integrati di produzione, che coinvolgano il pubblico fin dall’inizio.

Dopo un primo workshop a Venezia della durata di 10 giorni per 15 progetti selezionati in gennaio 2013, un massimo di 3 team saranno invitati per un secondo workshop della durata di 15 giorni che si svolgerà a cavallo di febbraio e marzo, e sostenuti con l’assegnazione di 150,000€ per la produzione e la presentazione di ciascun progetto durante la Mostra Internazionale del Cinema di Venezia 2013.

Il Bando è aperto dal 30 agosto 2012 al 22 ottobre 2012 a soli team di registi alla loro opera prima o seconda e a produttori con vari livelli di esperienza che abbiano prodotto almeno 3 cortometraggi distribuiti e/o presentati a Festival.

Insomma: siete registi in erba e avete un progetto valido? Provateci. E ricordate che Pietà, il film di Kim Ki-duk che ha vinto il Leone d’Oro, è stato fatto con solo 100.000 euro. Chiaro, parliamo di Kim. Però…

Trovate tutte le informazioni per aderire al progetto sul sito della Biennale.

Ultime notizie su Festival di Venezia

Tutto su Festival di Venezia →