• Film

Philip Seymour Hoffman torna alla regia con Ezekiel Moss

Seconda prova registica per l’attore, che porterà sullo schermo una ghost-story ambientata nell’America degli anni ’30

di simona

Fresco vincitore ex aequo al Festival di Venezia della Coppa Volpi come Miglior Attore per The Master, Philip Seymour Hoffman si appresta a far ritorno in cabina di regia per portare sullo schermo Ezekiel Moss, una ghost-story ambientata durante il periodo della Depressione. Lo script di Keith Bunin vede protagonista un giovane ragazzo dotato di grande fantasia in una piccola città, che fa amicizia con un misterioso vagabondo con la facoltà di comunicare con i morti. La pellicola sarà targata Mandalay Pictures. La produttrice Cathy Schulman ha dichiarato:

“Hoffman è uno dei più grandi talenti della nostra generazione. Siamo entusiasti di aver affidato alle sue mani capaci la regia di questa affascinante e gotica esplorazione della fede e del soprannaturale.”

Ezekiel Moss sarà la seconda prova registica per Hoffman, che ha debuttato dietro la macchina da presa portando sullo schermo Jack Goes Boating, adattamento dell’omonima pièce teatrale di Bob Glaudini. Qui la recensione.

Fonte: Variety