Fantastic 4, Toby Kebbell sul reboot: "I fan non hanno torto"

Toby Kebbell, il nuovo Dottor Destino, concorda con i fan che hanno odiato il reboot "Fantastic Four", ma secondo l'attore lui ha girato un buon film.

fantastic-four-toby-kebbell-sul-reboot-i-fan-non-hanno-torto.jpg

Ancora prima che il reboot Fantastic 4 - I fantastici quattro debuttasse nelle sale, la maggior parte dei fan sentivano che qualcosa non avrebbe funzionato e quando il film è arrivato nei cinema i timori si sono rivelati fondati. Il reboot con supereroi della 20th Century Fox si è guadagnato il titolo di più grande flop del 2015 e durante quella prima settimana di uscita, c'erano un sacco di dita puntate contro il regista e lo studio che sembravano colpevoli entrambi del fallimentare risultato. Ora a bocce ferme uno dei protagonisti del film si è fatto avanti per offrire la sua opinione su quanto è accaduto.

In nessun momento delle riprese di "Fantastic 4"  l'attore Toby Kebbell, che ha interpretato l'iconico villain Doom, ha mai avuto la sensazione di girare un brutto film, ma fa un accenno al fatto che ci fosse una mancanza di collaborazione tra il regista Josh Trank e il resto della troupe. Parlando con IGN l'attore ha detto la sua sulla situazione disastrosa.

Sono rimasto deluso, ma i fan non hanno torto. I fan vogliono quello che vogliono vedere e se non ottengono soddisfazione te lo fanno sapere. Mi rendo conto che come interprete il mio lavoro è quello di fare del mio meglio e, auspicabilmente, essere diretto in quel percorso e io mi sentivo come se lo fossi. Sentivo come se il film stesse andando bene, ma sbagliavo pensando che ai fan sarebbe piaciuto, quindi la loro reazione è onesta e non posso che apprezzare la loro onestà.

Finora il reboot Fantastic 4 ha incassato 56.100.000$ in patria, il che equivale a meno della metà del budget investito di 120 milioni di dollari. Il film se l'è cavata meglio all'estero portando il totale worldwide a 167.900.000$ a questa cifra andranno aggiunti gli introiti home-video e VOD.

A Toby Kebbell è stato chiesto se ha imparato qualcosa dall'interpretare il ruolo del malvagio Dottor Destino:

Non so se ho imparato qualcosa da Doom tranne forse che quando vedo qualcosa con cui non sono d'accordo mi faccio sentire subito. Penso che sia importante. Come attore sei consapevole che la tua carriera è in gioco con ogni lavoro, in particolare su queste produzioni così grandi. Ogni mio film che esce equivale a ricevere forse quattro copioni in una settimana e questi copioni si riducono a zero quando il film non ha successo, è così che influenza attivamente la mia carriera. Penso che sia estremamente importante che, se c'è un problema sul set, venga discusso e risolto e credo che la collaborazione sia molto importante. Non per dire che questo non sia accaduto sul set, ma la collaborazione è vitale e se noi non ne abbiamo allora ne soffriamo.

Victor Von Doom, che inizia come parte del team di Reed Richard prima di essere abbandonato in un'altra dimensione per poi tornare in seguito come supercattivo in cerca di vendetta, è stato uno dei pochi punti salienti del film. Purtroppo la presenza del Doom interdimensionale nel film è davvero centellinata inclusa la sua battaglia finale che è stata troncata a causa di nuove riprese. A proposito dei prossimi film di Kebbell rivedremo l'attore nel fantasy Warcraft in arrivo l'anno prossimo.

In questo momento la 20th Century Fox non ha cancellato il sequel The Fantastic Four 2 e ha lasciato intatta la data di uscita del sequel fissata per l'estate 2017.

 

Fonte: Collider

  • shares
  • Mail