Mamma ho perso l’aereo, Chris Columbus confessa: tutto merito dell’antipatico Chevy Chase

Se Chavy Chase non avesse trattato Chris Columbus come ‘immondizia’, il regista non sarebbe mai e poi mai finito a dirigere Mamma ho perso l’Aereo

Il 16 novembre del 1990 usciva nei cinema d’America un film da subito diventato di culto. Mamma ho perso l’Aereo, capolavoro comedy sceneggiato da John Hughes e diretto da un 32enne di nome Chris Columbus, all’epoca già particolarmente famoso come sceneggiatore dei Gremlins, dei Goonies e di Piramide di paura. In qualità di regista, invece, Columbus aveva diretto solo e soltanto il sottovalutato Tutto quella notte, per poi svoltare grazie proprio ad Home Alone, a Macaulay Culkin e a quel titolo che immediatamente diventò un classico di Natale.

Ebbene a pochi giorni dal 25esimo anniversario, Columbus ha rivelato a Chicago Magazine un’inedita verità legata alla lavorazione di Mamma ho perso l’aereo. Perché il regista saltò a bordo del progetto per puro caso, e grazie all’antipatia di Chevy Chase.

[quote layout=”big”]
‘In quel periodo John Hughes mi mandò la sceneggiatura di Un Natale esplosivo. Io amo il Natale e sognavo da tempo di fare una commedia natalizia. Andai a casa di Chevy Chase. Sarò onesto, mi trattò come immondizia. Poi lo incontrai di nuovo e andrò persino peggio. Chiamai John e gli dissi: ‘non c’è modo che io possa fare questo film. So che ho bisogno di lavorare, ma non posso farlo con questo attore’. John fu molto comprensivo. Circa due settimane dopo mi mandò due script a casa dei miei suoceri, a River Forest. Uno era quello di Mamma ho perso l’Aereo, con una nota di John che mi chiedeva di dirigerlo. Pensai, ‘wow, questo ragazzo mi sostiene come nessun altro ad Hollywood avrebbe mai fatto’. John fu il mio salvatore’.[/quote]

Il resto è storia recente. Un Natale esplosivo venne diretto da Jeremiah S. Chechik, e finì per incassare 71 milioni di dollari al box office Usa, mentre Mamma ho perso l’Aereo divenne il maggior incasso americano del 1990 (286 milioni), per poi raggiungere i 476,684,675 dollari d’incasso worldwide. Due anni dopo Columbus diede vita al delizioso sequel, per poi cavalcare i ’90 con successo grazie a Mrs. Doubtfire, Nine Months, Nemiche Amiche e L’uomo bicentenario. Nei primi anni ‘2000, infine, fu a tramutare in realtà il mondo di Harry Potter con i primi due capitoli della saga, La pietra filosofale e La Camera dei segreti. E pensate se Chase l’avesse trattato un po’ meglio, 26 anni or sono. Cosa sarebbe successo?

Fonte: SlashFilm

Ultime notizie su Spiderman

Tutto su Spiderman →