• Film

Natale all’improvviso: le recensioni Americane

La commedia Natalizia di Jessie Nelson sotto la lente della critica

di carla

E’ nelle nostre sale la commedia Natale all’improvviso (in originale “Love the Coopers”), diretta da Jessie Nelson e interpretata da John Goodman, Diane Keaton, Alan Arkin, Olivia Wilde, Amanda Seyfried, Marisa Tomei, Ed Elmes, June Squibb, Anthony Mackie, Jake Lacy. Oggi leggiamo insieme le recensioni dei critici Italiani e Americani. Su RottenTomatoes, mentre scrivo, il film ha ricevuto solo il 22% di voti positivi. Vediamo nel dettaglio.

Bilge Ebiri – New York Magazine / Vulture: è spesso manipolativo e artificioso, ma il film di Jessie Nelson si vende bene. C’è cura nei dettagli e i personaggi spesso sembrano persone reali.

Tom Huddleston – Time Out: banale. Voto: 2/5

Scott Tobias – NPR: Intrattenimento da vacanza che sembra più un film horror.

Bruce Kirkland – Toronto Sun: Alcuni dei membri del clan Cooper sono abbastanza interessanti, e il cuore è nel posto giusto, ma il film è un casino terribile.

Kyle Smith – New York Post: Purtroppo il regista Jessie Nelson trasforma gradualmente lo script in marzapane. Voto: 2.5 / 4

Rafer Guzman – Newsday: il tono irregolare del film non aiuta: oscilla tra capriccioso e stupido. Voto: 1.5 / 4

Ben Sachs – Chicago Reader: i dialoghi sono composti da luoghi comuni da sitcom e le caratterizzazioni sono tutti unidimensionali, ma il cast fa quello che può per guadagnarsi un po’ di fascino.

Neil Genzlinger – New York Times: i film classici di Natale hanno una magia che non può essere riprodotta, ma “Natale all’improvviso” cerca disperatamente di fare proprio questo.

Joe Morgenstern – Wall Street Journal: è una brutta copia di un film di Natale, ma interessante su come distrugge ogni traccia di sorpresa o di suspense.

Bill Goodykoontz – Arizona Republic: c’è un cast formidabile, ma è scoraggiante vederlo nel film. Nulla sembra sinceramente sentito. Voto: 1/5

Colin Covert – Minneapolis Star Tribune: Dalle lacrime all’ottimismo, senza essere convincenti in nessuna delle due direzioni. Voto: 1/4

Daniel Neman – St. Louis Post-Dispatch: Si deve dire qualcosa su un film dove uno dei personaggi meno infelici è colui che ha tentato il suicidio. Voto: 2/4

Jen Chaney – Washington Post: è uno dei più confusi e sbagliati film di Natale della memoria recente. Ed è una completa perdita di tempo e di talenti. Voto: 0/4

Jesse Hassenger – AV Club: Come commedia-drammatica, è quasi completamente priva di risate, e mutila la sua capacità di trovare il giusto equilibrio tra pathos e farsa. Voto: C-

Nick Schager – Variety: il film barcolla goffamente tra malinconia e vertigini.

John Hartl – Seattle Times: Potrebbe essere troppo ambizioso ma il suo cuore è nel posto giusto. Voto: 2.5 / 4

I Video di Cineblog