Grande “follia di mezzanotte” al Toronto Film Festival

La sezione Midnight Madness del prossimo Toronto International Film Festival si presenta interessantissima, come sempre. L’altr’anno presentò film di successo (alcuni ancora inediti nelle sale italiane) come Borat, il premiatissimo The Host, Black Sheep e The abandoned. Il festival non si smentisce e prepara un programma, almeno per quanto riguarda questa sezione, davvero di tutto


La sezione Midnight Madness del prossimo Toronto International Film Festival si presenta interessantissima, come sempre. L’altr’anno presentò film di successo (alcuni ancora inediti nelle sale italiane) come Borat, il premiatissimo The Host, Black Sheep e The abandoned. Il festival non si smentisce e prepara un programma, almeno per quanto riguarda questa sezione, davvero di tutto rispetto.

Ad iniziare da due novità. La prima è l’anteprima mondiale de La Terza Madre, che anticipa l’anteprima italiana della pellicola alla seconda Festa di Roma. Sarà la primissima occasione per il film di confrontarsi col pubblico, a due mesi dall’uscita nelle nostre sale. La seconda novità di questa edizione è la presenza del nippo-western Sukiyaki Western Django del mitico Takashi Miike, contemporaneamente alla sua presentazione a Venezia, dove è in concorso (un plauso a Müller!).

Nella sezione troviamo anche la commedia Dai-Nipponjin del giapponese Hitoshi Matsumoto, l’inglese Adam Mason con l’horror The Devil’s Chair, il cinese Wilson Yip con l’action Dao huo xian (Flash Point), il francese Xavier Gens (regista di Hitman) con il thriller/horror Frontière(s), la coppia esordiente Julien Maury e Alexandre Bustillo che presenteranno À l’intérieur, e Fumihiko Sori con il film d’animazione giapponese Vexille.
Completano il piatto due grandi registi come George Romero e Stuart Gordon, che presentano rispettivamente Diary of the Dead e Stuck. Niente male.