Hunger Games, Jennifer Lawrence confessa: 'preferirei non essere coinvolta nei prequel'

Jennifer Lawrence prende le distanze dai prequel di Hunger Games.

1118full-the-hunger-games-mockingjay-part-2-screenshot-8.jpg

Quando si dice essere sinceri. Pochi giorni dopo la confessione del Vice Presidente Lionsgate Michael Burns, che ha abbondantemente aperto le porte ai prequel di Hunger Games, Jennifer Lawrence, attualmente in promozione con Joy, ha candidamente rivelato a Variety tutte le proprie perplessità sull'idea dello studios.

“Non vorrei essere coinvolta. Penso sia troppo presto”. “Dovrebbero aspettare che il corpo si raffreddi, almeno io la penso così".

Neanche stessimo parlando di un cadavere, e non di una saga da quasi 3 miliardi di dollari d'incasso, la diva ha di fatto bocciato la 'fretta' ostentata dalla Lionsgate nel voler riportare subito a galla la ricca creatura ideata da Suzanne Collins. Che la Lawrence non sarebbe stata in alcun modo coinvolta nei prequel, in realtà, era dato per scontato, ma con queste parole Jennifer ha probabilmente scritto la parola fine al suo lungo e redditizio rapporto con Katniss Everdeen.

Va detto che Il Canto della Rivolta - Parte 2 è ad oggi il 'peggior' incasso americano dell'intero franchise, ma sempre con 244 milioni di dollari incassati e dinanzi ad un box office internazionale pari a 564,704,272 dollari. Un motivo in più per spremere ancor di più i giochi della morte, ma senza Lawrence nei paraggi. Perchè la giovane attrice, dichiaratamente alla ricerca della 4° nomination agli Oscar in 5 anni, se n'è tirata fuori.

Entro fine anno nei cinema d'America con Joy, film che segnerà la sua 3° collaborazione con David O. Russell, Jennifer ha appena strappato la sua 4° nomination ai Golden Globes. Due quelli vinti. Che a gennaio possa diventar realtà la tripletta?

Fonte: DigitalSpy

  • shares
  • Mail