National Society of Film Critics Awards 2016, i vincitori - trionfa Il Caso Spotlight

Mad Max: Fury Road grande sconfitto ai National Society of Film Critics Awards 2016.

(Left to right)  Rachel McAdams as Sacha Pfeiffer, Mark Ruffalo as Michael Rezendes and Brian d’Arcy James as Matt Carroll  in SPOTLIGHT.   Photo credit:  Kerry Hayes / Distributor:  Open Road Films

La National Society of Film Critics, organizzazione di critica cinematografica statunitense, ha premiato i migliori film del 2015, regalando clamorose sorprese. 53 i critici cinematografici votanti in arrivo da tutti gli Usa, otto dei quali squalificati dal voto perché incapaci di vedere tutti i film in corsa per i National Society of Film Critics Awards 2016. Miglior film dell'anno nonché miglior sceneggiatura Il Caso Spotlight di Tom McCarthy, passato fuori Concorso a Venezia e tra i titoli da guardare con maggiore attenzione agli Oscar, mentre Todd Haynes ha battuto sia McCarthy che George Miller grazie alla regia dello straordinario Carol, premiato anche per la fotografia di Ed Lachman. Grande sconfitto "Max: Fury Road”, 3° in tutti e 3 i casi.

Miglior attore dell'anno, udite udite, Michael B. Jordan per “Creed”, riuscito a superare sia Geza Rohrig (Il figlio di Saul) che Tom Courtenay (45 anni), mentre la fenomenale Charlotte Rampling ha fatto suo il riconoscimento come miglior attrice, battendo in volata Saoirse Ronan (“Brooklyn”) e Nina Hoss (“Phoenix"). Miglior attore non protagonista Mark Rylance per Il ponte delle Spie, con Kristen Stewart miglior attrice non protagonista grazie a Sils Maria, davanti ad Alicia Vikander (“Ex Machina”) e Kate Winslet (“Steve Jobs"). Sempre più lanciato verso l'Oscar anche Amy, miglior doc davanti a In Jackson Heights.

Miglior film: “Spotlight” (23)
Runners-up: “Carol” (17), “Mad Max: Fury Road” (13)

Miglior regista: Todd Haynes, “Carol” (21)
Runners-up: Tom McCarthy, “Spotlight” (21); George Miller, “Mad Max: Fury Road” (20)

Miglior attore protagonista: Michael B. Jordan, “Creed” (29)
Runners-up: Geza Rohrig, “Son of Saul” (18); Tom Courtenay, “45 Years” (15)

Miglior attrice protagonista: Charlotte Rampling, “45 Years” (57)
Runners-up: Saoirse Ronan, “Brooklyn” (30); Nina Hoss, “Phoenix” (22)

Miglior attore non protagonista: Mark Rylance, “Bridge of Spies” (56)
Runners-up: Michael Shannon, “99 Homes” (16); Sylvester Stallone, “Creed” (14)

Miglior attrice non protagonista: Kristen Stewart, “Clouds of Sils Maria” (53)
Runners-up: Alicia Vikander, “Ex Machina” (23); Kate Winslet, “Steve Jobs” (17)

Miglior sceneggiatura: Josh Singer and Tom McCarthy, “Spotlight” (21)
Runners-up: Charlie Kaufman, “Anomalisa” (15); Charles Randolph and Adam McKay, “The Big Short” (15)

Miglior fotografia: Ed Lachman, “Carol” (25)
Runners-up: Mark Lee Ping-bin, “The Assassin” (22); “Mad Max: Fury Road” (12)

Miglior film straniero: “Timbuktu” (22)
Runners-up: “Phoenix” (20); “The Assassin” (16)

Miglior documentario: “Amy” (23)
Runners-up: “In Jackson Heights” (18); “Seymour: An Introduction” (15)

Fonte: Variety

  • shares
  • Mail