Bond 25, Christoph Waltz tornerebbe solo con la conferma di Daniel Craig

Christoph Waltz sarà il villain di 007 anche in Bond 25?

spectre-152135.jpg

Chiunque abbia visto Spectre, 864,829,955 dollari incassati in tutto il mondo, è a conoscenza della mancata morte di Christoph Waltz, aka il malvagio Blofeld. Il motivo di questa 'sopravvivenza' è a dir poco ovvio, visto e considerato che l'attore due volte premio Oscar avrebbe firmato un contratto per altri due capitoli del franchise. Ma ad una condizione. Che Daniel Craig torni ad indossare gli abiti di James Bond.

A riportare la presunta verità una fonte vicina alla produzione, con Christoph deciso a ritrovare Craig sul set per dare una sorta di 'continuità' al tutto. Daniel, come dimenticarlo, dovrebbe realizzare il suo ultimo Bond, il 5° per la precisione, se non fosse che la lavorazione kolossal di Spectre l'abbia letteralmente spremuto. L'attore britannico ha più volte paventato l'ipotesi di abbandonare la saga, infischiandosene quindi del contratto, tanto dall'aver di fatto 'obbligato' i produttori a guardarsi attorno, per un nuovo 007, più giovane e perché no persino nero. Vedi l'ipotesi Idris Elba.

Certo è che non avrebbe molto senso cambiar subito volto al malvagio Ernst Stavro Blofeld, appena fatto rientrare all'interno del franchise dalla porta principale. Nel dubbio Sam Mendes ha definitivamente salutato Bond, con il 25esimo capitolo del franchise pronto ad uscire nel 2018, ovvero quando Craig avrà 50 anni esatti. Età perfetta per mandar giù l'ultimo Martini (agitato" non "mescolato") e salutar tutti.

Fonte: AceShowBiz

  • shares
  • Mail