Mad Max, George Miller dice basta

Dichiarazioni a sorpresa da parte di George Miller, che ammette la fatica nel girare Mad Max. Dicendo no al 5° capitolo.

Mad Max Fury Road - trailer e clip in italiano

L'annuncio a dir poco a sorpresa. Dopo il boom di Mad Max: Fury Road, premiatissimo fino ad oggi e in odore di Oscar, George Miller ha infatti confessato sulle pagine del New York Post la sua riluttanza a girare un altro capitolo del proprio franchise. Il quinto, per la precisione.

«Non voglio più fare film su Mad Max. Fury Road, con Charlize Theron, Zoe Kravitz, Rosie Huntington-Whiteley e Riley Keough, è stato il mio ultimo. Se ne finisci uno in un anno, è considerato un atto di fede. Start, Stop, si ricomincia. Avevamo cominciato a girare in Australia tra terra rossa e fiori selvatici quando ha iniziato a piovere per non smettere mai. Così abbiamo dovuto attendere 18 mesi e ogni volta che tornavamo negli USA ci impiegavamo 27 ore. Questi film sono lunghissimi e non voglio farne altri!».

Parole inattese, come detto, anche perché lo stesso Miller, via Entertainment Weekly, ha parlato di un possibile spin-off del franchise, sottolineando l'intenzione di voler fare qualcosa di più 'piccolo' prima di tornare 'nel deserto'. Intercettato dal Wall Street Journal, invece, il regista premio Oscar per Happy Feet ha sbandierato un'altra opzione, che lo vorrebbe dirigere un film con un... telefonino.

«Sapete cosa vorrei fare adesso? Un film con l’iPhone. Sarebbe molto interessante. È un qualcosa di disponibile, e se hai qualcosa da dire puoi benissimo girarlo. Ovviamente non sarà girato con un iPhone, ma la direzione è quella. Non faccio molti film, perché devo sentire che la storia mi interessa e che ci sia qualcosa di tecnologico e innovativo da sperimentare. Questi sono i requisiti che mi interessano veramente».

Per finire, e non farci davvero capire più niente, il maestro australiano ha parlato di un possibile film interamente dedicato alla storia di Furiousa, ovvero Charlize Theron: 'sarebbe bello raccontarla'. Che voglia farlo solo in qualità di produttore e sceneggiatore? Chissà, magari un clamoroso trionfo agli Oscar potrebbe fargli cambiare idea.

Fonte: DigitalSpy

  • shares
  • Mail