• Film

Stasera in tv: “La passione di Cristo” su Canale 5

Canale 5 stasera propone “La passione di Cristo”, film drammatico del 2004 diretto da Mel Gibson e interpretato da Jim Caviezel, Maia Morgenstern, Monica Bellucci, Rosalinda Celentano e Sergio Rubini.

[blogo-video id=”685566″ title=”The Passion of the Christ Trailer in High Definition 720p” content=”” provider=”youtube” image_url=”http://media.cineblog.it/4/405/maxresdefault-jpg.png” thumb_maxres=”1″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=ji4FlQ18uh0″ embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNjg1NTY2JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9qaTRGbFExOHVoMD9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzY4NTU2Nntwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNjg1NTY2IC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNjg1NTY2IGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

 

Cast e personaggi

Jim Caviezel: Gesù Cristo
Maia Morgenstern: Maria
Monica Bellucci: Maria Maddalena
Rosalinda Celentano: Satana
Sergio Rubini: Disma
Francesco Cabras: Gesta
Hristo Jivkov: Giovanni
Francesco De Vito: Pietro
Mattia Sbragia: Caifa
Toni Bertorelli: Anna
Angelo Di Loreta: l’accusatore
Luca Lionello: Giuda Iscariota
Hristo Shopov: Ponzio Pilato
Andrea Refuto: Gesù da giovane
Hafedh Khalifa: San Giacomo
Claudia Gerini: Claudia Procula, moglie di Pilato
Pietro Sarubbi: Barabba
Fabio Sartor: Abenader
Giacinto Ferro: Giuseppe di Arimatea
Olek Mincer: Nicodemo
Luca De Dominicis: Re Erode Antipa
Sabrina Impacciatore: Veronica, accreditata come Seraphia
Giuseppe Loconsole: Soldato flagellatore
Romuald Klos: soldato romano
Lucio Allocca: guardia del vecchio tempio
Paco Reconti: guardia con la frusta
Adel Bakri: guardia del tempio
Luciano Dragone: secondo uomo
Adel Ben Ayed: Tommaso
Lello Giulivo: soldato brutale
Dario D’Ambrosi: soldato flagellatore
Davide Marotta: Anticristo, sotto forma di bambino
Jarreth Merz: Simone di Cirene

 

Trama e commento

Il film ci racconta le ultime 12 ore della vita di Gesù: l’Ultima Cena, l’arresto nell’Orto degli Ulivi, il processo sommario presso il Sinedrio e Ponzio Pilato a cui seguirà la condanna a morte, l’atroce flagellazione e la morte in croce che culminerà con la resurrezione.

Mel Gibson ci mostra un Cristo reale e tangibile la cui sofferenza non viene edulcorata, ma arriva come un colpo allo stomaco e si trasforma in viscerale martirio che ferisce gli occhi e tocca l’anima. Molti si chiederanno se era davvero necessario mostrare tanta brutale sofferenza e la risposta risiede nella necessità di mostrare il  sacrificio nella sua forma più pura e così forte da spingere lo spettatore a distogliere lo sguardo.

Quello di Mel Gibson è un cinema potente e di spessore che va oltre la tematica religiosa e lo sfondo biblico / biografico, difficile non lasciarsi immergere nella tragica ed evocativa bellezza delle immagini e dall’enorme impatto visivo di un suggestivo affresco girato con un rigore e uno slancio che lasciano indubbiamente il segno.

La passione di Cristo è senza dubbio un film “pericoloso” nel suo umanizzare una figura come Gesù e nel mostrarlo lontano dalla classica rappresentazione di tanto cinema a sfondo biblico, ma se guardiamo con più attenzione in realtà non c’è nulla di provocatorio nel mostrare una violenza urlata in una società odierna in cui brutalità e arroganza sono all’ordine del giorno e in cui il martirio purtroppo è ancora qualcosa di molto attuale.

 

Curiosità

stasera-in-tv-su-canale-5-la-passione-di-cristo-di-mel-gibson-3.jpg
  • Il film è stato candidato a 3 Premi Oscar: Migliore fotografia a Caleb Deschanel, Miglior trucco a Keith VanderLaan e Christien Tinsley e Miglior colonna sonora a John Debney.
  • Il film è stato candidato a 7 Nastri d’Argento vincendo per la Migliore scenografia a Francesco Frigeri e i Migliori costumi a Maurizio Millenotti
  • Il film è stato interamente girato in Italia, tra Matera e Cinecittà.
  • In un’intervista Jim Caviezel ha parlato di alcune delle difficoltà che ha vissuto durante le riprese. Ciò ha incluso due frustate accidentali che gli hanno lasciato una cicatrice da 35cm sulla schiena. Caviezel ha anche rivelato di essere stato colpito da un fulmine durante le riprese del Sermone sulla Montagna, di aver sperimentato l’ipotermia durante la crocifissione e di essersi slogato una spalla a causa della croce che portava in spalla, quest’ultima scena è rimasta nel film.
  • Questo film ha avuto il maggior numero di biglietti venduti in prevendita di ogni altro film nella storia fino all’uscita di Star Wars: Il risveglio della Forza che ha recentemente battuto il record.
  • Questo è il più alto incasso di un film in lingua straniera e / o film sottotitolato nella storia del box-office staunitense. E’ anche il film a sfondo religioso con il maggiore incasso globale di tutti i tempi.
  • Jim Caviezel ha subito un intervento al cuore dopo il completamento del film, in seguito alla sollecitazione estrema subita per la realizzazione di questo film e per le numerose lesioni accidentali ricevute.
  • La maggior parte delle scene della flagellazione hanno utilizzato effetti visivi: gli attori che interpretavano i soldati romani avevano solo le impugnature delle fruste e ne simulavano i colpi con Caviezel che reagiva come se fosse realmente colpito. Il resto delle fruste sono state poi aggiunte in digitale. Le ferite sul corpo di Caviezel sono state digitalmente coperte per poi apparire quando il colpo di frusta arrivava a segno creando l’illusione di una loro improvvisa apparizione.
  • Secondo Mel Gibson, la lunga sequenza con Gesù che giace tra le braccia di Maria dopo essere stato tolto dalla croce è stata ispirata dalla famosa statua di Michelangelo “La Pietà”, un’opera d’arte che ha ispirato molte altre rappresentazioni di questa scena.
  • A causa delle esperienze attraversate durante la produzione del film, molti membri della troupe e del cast si sono convertiti al cattolicesimo dopo il completamento del film. Tra coloro che si sono convertiti c’era un ateo che ha interpretato Giuda Iscariota.
  • In una scena mentre era appeso alla Croce, la pelle di Jim Caviezel ha assunto una colorazione bluastra. Non si trattava di un effetto speciale, ma dei sintomi di un’asfissia, la medesima causa di morte per le vittime da crocifissione.
  • In origine, il secondo confronto tra Pilato e il Sinedrio includeva una battuta in cui il Sinedrio dice: “Il suo sangue ricada sulle nostre teste e sulle teste dei nostri figli!”. Anche se questa frase viene dai Vangeli, Mel Gibson ha rimosso il sottotitolo del dialogo per evitare ulteriori accuse che il film contenesse un messaggio antisemita. La battuta in aramaico è stata lasciata nel film.
  • A Jim Caviezel è stato applicato un naso prostetico e i suoi occhi azzurri sono stati modificati digitalmente perchè apparissero marroni sulla pellicola.
  • Sono state necessarie più di 10 ore per applicare a Jim Caviezel il make-up della flagellazione. Quando le condizioni meteo non permettevano di girare, per evitare di spendere ulteriori ore  per rimuovere e applicare il trucco il giorno successivo, Caviziel lo teneva addosso anche per dormire.
  • Il nome del soldato romano che trafisse Cristo con la lancia è Cassius, come abbiamo sentito quando Abenader grida il suo nome dandogli una lancia. Si tratta di un riferimento alla tradizione cattolica che il nome del soldato che trafisse il costato di Cristo era Cassius Longinus, si crede che poi questo soldato si sia convertito al cristianesimo.
  • Quando questo film interpretato in latino e lingua aramaica è stato annunciato Mel Gibson ha dichiarato che il suo intento era quello di rilasciarlo senza sottotitoli, lasciando che le prestazioni degli attori parlassero da sole. Tuttavia in seguito Gibson ci ha ripensato e sono stati aggiunti i sottotitoli.
  • Mel Gibson ha raccontato che Maia Morgenstern, che interpreta Maria, era incinta durante le riprese. Lei non lo ha detto a nessuno, finché un giorno si è avvicinata a Jim Caviezel (Gesù) e gli detto in un inglese stentato e un forte accento rumeno, “Ho bambino. Nella pancia”.
  • Il cognome dell’attrice che interpreta la Vergine Maria, Morgenstern, in tedesco significa “Stella del Mattino”, che è appunto uno dei tanti nomi che la Tradizione dà alla Madonna.
  • Nelle vere crocifissioni romane i chiodi venivano piantati attraverso i polsi e non attraverso i palmi delle mani come si vede nel film. La struttura della mano non è abbastanza forte per sostenere il peso del corpo e il chiodo avrebbe lacerato le dita. Tuttavia la tradizione cristiana mostra i chiodi attraversare i palmi, così come viene descritto nella Bibbia e come afferma un recente studio sulle antiche crocifissioni che ha rivelato che è probabile che i chiodi venissero realmente piantati nelle mani e non nei polsi. Le mani dispongono di un nervo che le attraversa al centro che avrebbe causato una quantità incredibile di dolore quando il chiodo veniva piantato. Per sostenere il peso del corpo c’erano corde legate ai polsi e ai gomiti per legarli alla traversa, poi le gambe venivano rotte creando una conseguente morte per lenta asfissia.
  • Anche l’assistente alla regia Jan Michelini è stato colpito due volte da un fulmine durante le riprese.
  • Mel Gibson ha avuto un prete canadese, padre Stephen Somerville, per celebrare la Messa per la troupe ogni giorno prima dell’inizio delle riprese.
  • Anche se molti ebrei considerano questo film come antisemita, ci sono diversi rabbini ebrei che non sono d’accordo con questa affermazione.
  • Rosalinda Celentano ha seguito una dieta di soli fagioli e riso così da avere un aspetto emaciato e malnutrito per il ruolo di Satana.
  • Il film costato 30 milioni di dollari ne ha incassati worldwide circa 611.

 

La colonna sonora

stasera-in-tv-su-canale-5-la-passione-di-cristo-di-mel-gibson-4.jpg
  • Le musiche originali del film sono di John Debney (Iron Man 2, Una settimana da Dio, Sin City) che per questa colonna sonora ha ricevuto una candidatura all’Oscar.

 

stasera-in-tv-su-canale-5-la-passione-di-cristo-di-mel-gibson-5.jpgTRACK LISTINGS

1. The Olive Garden
2. Bearing The Cross
3. Jesus Arrested
4. Peter Denies Jesus
5. The Stoning
6. Song Of Complaint
7. Simon Is Dismissed
8. Flagellation, Dark Choir, Disciples
9. Mary Goes To Jesus
10. Peaceful But Primitive, Procession
11. Crucifixion
12. Raising The Cross
13. It Is Done
14. Jesus Is Carried Down
15. Resurrection

 

[blogo-video id=”745395″ title=”The Passion of the Christ – Soundtrack (FullAlbum) HD” content=”” provider=”youtube” image_url=”https://i.ytimg.com/vi/NjKsoC-4TyE/maxresdefault.jpg” thumb_maxres=”1″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=NjKsoC-4TyE” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzQ1Mzk1JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9Oaktzb0MtNFR5RT9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzc0NTM5NXtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzQ1Mzk1IC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzQ1Mzk1IGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]