• Film

Batman v Superman: Zack Snyder spiega il finale del film (spoiler)

Il regista Zack Snyder spiega perché ha deciso di porre fine a “Batman v Superman” in modo sorprendente e come questo finale è connesso al film sulla Justice League.

Batman v Superman: Dawn of Justice è diventato un successo al di sopra delle più rosee previsioni incassando 170 milioni di dollari a livello nazionale e 424.100.000$ a livello globale, il più grande debutto mondiale per un film di supereroi.

Ora che i fan hanno avuto la possibilità di vedere questa nuova avventura con supereroi, Entertainment Weekly ha pubblicato una nuova intervista in cui Zack Snyder discute il finale di questo film.

 

ATTENZIONE!!! A seguire trovate spoiler sul finale del film

 

Come abbiamo visto anche nei trailer Batman v Superman: Dawn of Justice introduce la bestiale nemesi Doomsday che è stata creata da Lex Luthor (Jesse Eisenberg) utilizzando il DNA kryptoniano preso dal cadavere del Generale Zod (Michael Shannon). Durante la battaglia finale in cui Superman (Henry Cavill), Batman (Ben Affleck) e Wonder Woman (Gal Gadot) si scontrano con Doomsday, Superman prende la lancia alla Kryptonite costruita da Bruce Wayne e la utilizza per trapassare il cuore di Doomsday, ma il contatto con l’arma indebolisce anche Superman. Quando l’Uomo d’acciaio viene pugnalato al petto da una delle punte che ricoprono il corpo Doomsday, Superman resta ucciso, evento che ammicca all’iconico fumetto del 1992 “La morte di Superman”. Durante l’intervista con EW, Zack Snyder ha spiegato il perché ha ucciso l’Uomo d’Acciaio, ma ha anche aggiunto che Kal-El non resterà morto per molto tempo.

La fine di Batman v Superman è stata progettata per dimostrare che Superman era disposto a tramutarsi in un danno collaterale se significava salvare gli altri. Mi sembrava che l’uccidere Superman in questo film sarebbe stato un modo per rispettare l’intera premessa del film, e questo chiaramente non vuol dire che lui sia morto per sempre.

L’inquadratura finale del film richiama il film L’Uomo d’Acciaio del 2013. Dopo che Lois Lane (Amy Adams) getta una manciata di terra sulla bara di Clark Kent, vediamo queste particelle di terriccio levitare, simile all’effetto anti-gravità che abbiamo visto quando Superman ha preso per la prima volta il volo in Man of Steel. Ciò significa che dopotutto Superman non è veramente morto, ma non ci sono indizi su come questa resurrezione verrà affrontata nel successivo film Justice League Parte 1. Zack Snyder ha rivelato che c’è un altro motivo importante per cui ha ucciso l’Uomo d’acciaio, un motivo che avrà ramificazioni in Justice League Parte 1.

Volevo che fosse Bruce Wayne ad assemblare la Justice League. Sentivo che un’eventuale presenza di Superman nel processo avrebbe dato vita ad un dinamica diversa quando si sarebbe andata a creare la Justice League. Sarebbe stato come dire “Io e Superman stiamo andando a formare la Justice League” con gli altri supereroi che avrebbero subito risposto “Va bene, sì, sono dei vostri!”. Sentivo invece che Bruce Wayne doveva uscire là fuori e trovare e convincere da solo questi sette samurai, che è molto più interessante come premessa. Sentivo anche che la mancanza di Superman avrebbe dato sicuramente una qualche sorta di vulnerabilità alla squadra che li spingerà a cercare di capire e a confrontarsi. Vedi, Superman rappresenta il potere assoluto, lui è il Michael Jordan degli eroi, lui è quello che fa i punti.

Il regista ha aggiunto che una delle ragioni per cui questa squadra sarà formata sarà quella di cercare di capire come riportare Superman in vita. Ancora non sappiamo in che modo Superman sarà riportato in vita, ma di certo non sarà così semplice come esporlo alla luce del sole, come abbiamo visto in una sequenza del film quando Superman viene ferito nello spazio da un’esplosione nucleare. Il regista spiega come Superman potrebbe essere un eroe diverso dopo essere tornato dalla morte.

Lui è stato molto vicino alla morte nello spazio e il motivo per cui lo abbiamo fatto è perché ho voluto mostrare e mantenere l’idea nella mente dello spettatore che lui può andare molto vicino alla morte e che il sole lo può rigenerare o che può essere rianimato. Credo però che ora qualcosa di più sarà necessario per riportarlo in vita. Ho pensato ad una sorta di viaggio mitologico per Superman. C’è la nascita, la morte e la resurrezione e quando lo riporteranno indietro scopriremo come sarà diventato una volta tornato.

Le riprese di Justice League Parte 1 prenderanno il via il prossimo 11 aprile.

 

 

Fonte: Movieweb