Panama Papers, Pedro Almodovar cancella le interviste stampa per Julieta

Niente interviste per Pedro Almodovar a ridosso dell'uscita in sala di Julieta. Il motivo? Panama Papers!

1.jpg

Lo scandalo Panama Papers esploso nelle ultime 48 ore, e che vede centinaia di personaggi famosi tra politici, sportivi, attori, registi, cantanti e quant'altro piombati a Panama nel corso degli ultimi anni per sfuggire ai controlli fiscali nei propri paesi, ha colpito anche Pedro Almodovar, regista spagnolo due volte premio Oscar che tra 48 ore sarà nei cinema di Spagna con l'atteso Julieta. Ebbene visto il clamore suscitato soprattutto in patria, il regista ha annullato la conferenza stampa e le interviste che avrebbe dovuto tenere domani.

"A causa della priorità informativa che altri temi hanno sul film Julieta, noi di El Deseo abbiamo deciso di annullare photocall e junket previsti per il giorno di domani. Provvederemo a contattare nel minor tempo possibile i giornalisti che avevano concordato interviste individuali e ci scusiamo per i disagi che questa decisione possa causarvi".

Augustin Almodóvar, fratello nonché storico produttore di Pedro, ha poi così proseguito, assumendosi tutte le responsabilità legate allo 'scandalo' venuto alla luce negli ultimi giorni:

"Mi assumo tutte le responsabilità della gestione dell'impresa, Pedro si è sempre dedicato solo agli aspetti creativi". "Sono profondamente dispiaciuto del danno che l'immagine pubblica di mio fratello sta subendo, unicamente a causa della mia mancanza di esperienza nei primi anni della gestione della nostra impresa familiare".

La società di cui parlà Agustin si chiamva infatti Glenn Valley Corporation e prese vita nel 1991. Sono gli anni in cui Almodovar raggiunge il successo internazionale grazie a Donne sull'orlo di una crisi di nervi, uscito 3 anni prima e candidato agli Oscar. Anni in cui Tacchi a Spillo e Kika portano tanto altro denaro nelle tasche dei due fratelli, di fatto spedito in un paradiso fiscale con una società ed un capitale sociale di 50.000 dollari. Dal 1994 in poi i due smisero di fare qualsiasi tipo di movimento. Nella giornata di ieri Pedro, appena raggiunto dalla notizia, l'aveva così affrontata:

"Io e mio fratello non abbiamo commenti da fare sulla questione. Ad ogni modo, di fronte alle eventuali insinuazioni che si potrebbero fare, vogliamo chiarire che sia io che Pedro siamo in regola con i nostri obblighi tributari e fiscali".

In uscita nei cinema d'Italia il 19 maggio prossimo, Julieta, papabile titolo in Concorso al Festival di Cannes, vede sul set Emma Suarèz, Adriana Ugarte, Rossy De Palma, Inma Cuesta, Darío Grandinetti, Daniel Grao, Michelle Jenner, Nathalie Poza, Pilar Castro, Susi Sánchez, Priscilla Delgado, Joaquín Notario, Blanca Parés e María Mera. Questa non è neanche la prima battuta d'arresto, per il film, andato incontro ad un cambio di titolo in corsa per 'scappare' da Silence di Martin Scorsese. Si sarebbe infatti dovuto chiamare Silencio.

Fonte: HollywoodReporter

  • shares
  • Mail