Alice attraverso lo specchio: le recensioni Straniere e Italiane

Le recensioni al film sequel diretto da James Bobin

Ieri sera ho visto Alice attraverso lo specchio e devo dire che mi ha annoiato parecchio. A voi è piaciuto? Oggi leggiamo insieme le recensioni Straniere e Italiane. Su RottenTomatoes, mentre scrivo, il film ha raccolto il 30% di voti positivi. Alice in Wonderland è sul 52%.Alice Through the Looking Glass è diretto da James Bobin e interpretato da Johnny Depp, Mia Wasikowska, Sacha Baron Cohen, Anne Hathaway, Helena Bonham Carter, Andrew Scott, Rhys Ifans, Ed Speleers, Frances de la Tour.



Bruce Kirkland - Toronto Sun: Alice, di Alice nel paese delle meraviglie, per me è morta. Alice attraverso lo specchio l'ha uccisa come personaggio valido per un film. Voto: 2/5

Andrew Lapin - NPR: Un business senza un tocco di stravaganza.

James Berardinelli - ReelViews: Visivamente ha i suoi momenti, ma gli sfondi e gli effetti speciali non possono oscurare la delusione derivante da uno script cotto a metà. Voto: 1.5 / 4

Richard Roeper - Chicago Sun-Times: Il cappellaio matto ha problemi con il papà. Alice ha problemi con la mamma. La Regina Rossa ha problemi con sorella. Ugh. Voto: 1.5 / 4

Maricar Estrella - Fort Worth Star-Telegram / ​​DFW.com: Il regista James Bobin duplica l'impatto visivo ereditato da Tim Burton ma il ritmo sinuoso e la narrazione contorta creano un tea party poco brillante. Voto: 2/5

Stephen Whitty - New York Daily News: Estremamente costoso e stupido, è solo un altro stupido mashup di Hollywood, una fantasia innocente trasformata in un rumoroso aspirante blockbuster. Voto: 1/5

Lindsey Bahr - Associated Press: Le storie di Alice potrebbero essere meravigliose sul grande schermo. Forse è il momento per la Disney di demolire tutto questo e ricominciare. Voto: 1.5 / 4

Dave Calhoun - Time Out: A malapena ti lascia il tempo di pensare. Voto: 3/5

Andrew Barker - Variety: Il problema è la sua mancanza di immaginazione narrativa.

Alonso Duralde - TheWrap: Le immagini sembrano meno confuse, e la trama non è solo una scusa per dare una spada in mano ad un altro personaggio da fiaba, ma è ancora un miscuglio di effetti che tentano di coprire la totale mancanza di personaggi interessanti.

Fulvia Caprara - La Stampa: Fin dagli inizi Depp ha preferito mettere il suo fascino singolare, frutto anche delle origini familiari cherokee, al servizio di storie estreme e di personaggi insoliti, malinconici, emarginati. (…) Ma la domanda resta aperta: quale è il vero Johnny Depp?

Maurizio Porro - Il corriere della sera: La trovata del Tempo star, quindi il possesso della magica Cronosfera che decide il passato, permette al kolossal digitale una fascinazione aggiunta di raffinato design.

Francesco Alò - Il Messaggero: L’animazione al computer da meno fastidio mentre il nuovo personaggio de Il Tempo di Sasha Baron Cohen è geniale nel suo severissimo approccio nonsense alla vita. Johnny Depp torna a recitare senza manierismi insopportabili. Ci mancava. Il suo Cappellaio è il cuore matto di un film gradevolissimo.

Maurizio Acerbi - il Giornale: (…) l’impressione è quella di una trama non propriamente curata, imbastita per dare sostanza più agli effetti visivi e alle colorazioni dell’ambiente (notevoli) che allo sviluppo di personaggi il più delle volte approssimativi (anche come recitazione). (…) Un discreto film per famiglie, ma nulla di clamoroso.

Paolo D’Agostini - la Repubblica: Spettacolo fastoso per acrobazie tecnologiche. E impronta “burtoniana”, dunque dark, confermata; tanto che non lo si può definire un film per bambini.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: