Cattivi Vicini 2: le recensioni Straniere e Italiane

I giudizi dei critici al sequel di "Cattivi Vicini"

E' nelle nostre sale dal 30 giugno la commedia Cattivi vicini 2 (in originale "Neighbors 2: Sorority Rising") diretta da Nicholas Stoller e interpretata da Seth Rogen, Zac Efron, Selena Gomez, Rose Byrne, Chloë Grace Moretz, Elise Vargas, Zoey Vargas, Ike Barinholtz, Dave Franco, Carla Gallo. Dopo la nostra recensione, ecco i pareri dei critici Stranieri e Italiani. Su RottenTomatoes, mentre scrivo, il film ha raccolto il 62% di voti positivi. Il primo capitolo è arrivato al 73%.




James Berardinelli - ReelViews: Ci sono circa sei buone risate in 92 minuti di film. Voto: 1.5 / 4

Andrew Lapin - NPR: la fretta del film di correre attraverso la sua pletora di personaggi diventa un punto di forza, perché non abbiamo abbastanza tempo per annoiarsi da una sola scena.

Jim Slotek - Toronto Sun: inaspettatamente divertente. Voto: 3.5 / 4

Colin Covert - Minneapolis Star Tribune: Un film davvero simpatico. Voto: 3/4

Matthew Lickona - Reader San Diego: avrebbe potuto funzionare se tutti i soggetti coinvolti fossero stati più curati o legati insieme. Voto: 1/5

Richard Roeper - Chicago Sun-Times: Non vedevo l'ora di vederne la fine: Voto: 1.5 / 4

Rafer Guzman - Newsday: il film arriva con un mandato femminista e il desiderio di dare alle donne pari opportunità. Nessuno dei cinque scrittori del film è una donna, tuttavia, e si vede. Voto: 2/4

Soren Anderson - Seattle Times: Ci sono voluti cinque scrittori per questo. Voto: 1/4

April Wolfe - Village Voice: La complessità del femminismo per le giovani ragazze di oggi è visualizzato con rara ilarità e intuizione.

Edward Douglas - New York Daily News: Con l'ulteriore livello di umorismo che viene fornito con il passaggio dei generi, "Cattivi Vicini 2" offre ancora più risate rispetto al film originale. Voto: 4/5

Leah Greenblatt - Entertainment Weekly: Probabilmente riderete più di una volta. Semplicemente non ha molto cuore. Voto: C +

Francesco Alò - Il Messaggero: (…) Film Usa che riflette su come la donna al potere possa negli stessi errori ed orrori dell’altro sesso.

Maurizio Acerbi - il Giornale: (…) la trama è un dettaglio secondario.

Roberto Nepoti - la Repubblica: Non è male una commedia che sottrae le studentesse del college al ruolo passivo di comparse; altra cosa azzeccata il duo Rogen-Byrne, qui più consolidato e simpatico. Quel che manca è il motivo centrale del prototipo - la riluttanza dei coniugi a diventare adulti - che era poi anche la sua originalità.

  • shares
  • Mail