• Film

Stasera in tv: “Agente 007 – Al servizio segreto di sua maestà” su Rai 3

Rai 3 stasera propone “Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà”, film d’azione e spionaggio diretto da Peter Hunt e interpretato da George Lazenby, Diana Rigg, Telly Savalas e Gabriele Ferzetti.

 

Cast e personaggi

George Lazenby: James Bond
Diana Rigg: Tracy Bond
Telly Savalas: Ernst Stavro Blofeld / Numero 1 della SPECTRE
Gabriele Ferzetti: Marc-Ange Draco
Ilse Steppat: Irma Bunt
Lois Maxwell: Miss Moneypenny
George Baker: Sir Hilary Bray
Bernard Lee: M
Desmond Llewelyn: Q
Bernard Horsfall: Campbell
Yuri Borienko: Grunther
Brian Worth: Manuel
Angela Scoular: Ruby Bartlett

Doppiatori italiani

Pino Locchi: James Bond
Rita Savagnone: Tracy Bond
Renato Turi: Ernst Stavro Blofeld / Numero 1 della SPECTRE
Alessandro Sperlì: Marc-Ange Draco
Dhia Cristiani: Irma Bunt
Rosetta Calavetta: Miss Moneypenny
Pino Colizzi: Sir Hilary Bray
Corrado Gaipa: M
Luciano De Ambrosis: Manuel

 

La trama

George Lazenby nella sua prima e unica volta nel ruolo di James Bond affronta la sua prima missione. Per ottenere informazioni sul boss della mafia corsa Draco, Bond entra in contatto e diventa amico della figlia, Tracy, e mentre la protegge per conto del padre finisce di nuovo a dare la caccia a Ernst Stavro Blofeld. La pista lo porta in Svizzera dove assume l’identità di Sir Hilary Bray per scoprire il piano segreto di Blofeld. L’impianto in cui Bond deve infiltrarsi è protetto da guardie e custodito dall’assistente di Blofeld, l’infida Irma Bunt. Bond scoprirà che L’obiettivo del capo della SPECTRE è quello di sfruttare delle belle e giovani donne per diffondere un micidiale virus.

 

Curiosità

stasera-in-tv-agente-007-al-servizio-segreto-di-sua-maesta-su-rai-3-3.jpg
  • E’ il sesto film della saga di James Bond tratto dall’omonimo romanzo di Ian Fleming.
  • A partire dal 2009, George Lazenby è stato l’attore più giovane a ritrarre 007, aveva 29 anni durante le riprese. Il resto degli attori e la loro età: Sean Connery – 31, Roger Moore – 45, Timothy Dalton – 40, Pierce Brosnan – 41 e Daniel Craig – 38.
  • Ci sono molte ragioni per cui George Lazenby ha fatto una sola apparizione come James Bond. Alcuni dei motivi principali: 1. La sfrontatezza giovanile di Lazenby dava ai nervi ad Albert R. Broccoli. Un incidente menzionato vede Lazenby sciare lungo le piste per conto suo (con conseguente braccio rotto) e un momento di arroganza da parte di Lazenby che ha rovinato una festa di cast e troupe. 2. I tabloid inglesi che riportavano storie negative su Lazenby e su come lui non poteva essere paragonato a Sean Connery mettendo in tal modo l’opinione pubblica contro l’attore e  il film prima della sua uscita.  3. Lazenby riteneva che la serie di Bond fosse in ritardo rispetto a film più sofisticati come Il laureato (1967) e Easy Rider (1969) e l’agente segreto in smoking non era in sintonia con gli imminenti anni ’70. Accennò al suo agente che non era sicuro di voler interpretare di nuovo Bond anche prima che questo film uscisse nelle sale. I produttori appreso ciò non furono affatto contenti di queste affermazioni visto che a Lazenby era stato offerto un contratto di sette film e aveva firmato una lettera di intenti per recitare anche in Agente 007 – Una cascata di diamanti (1971). Era stato anche pagato una rata della quota iniziale che ha poi rimborsato. Anche se alcuni sostengono che il film fu un fallimento al botteghino, in realtà fu un grande successo, recuperando oltre dieci volte il suo costo e diventando il secondo film con il più alto incasso dell’anno al box-office di tutto il mondo.
  • I produttori originariamente volevano spiegare il cambiamento dell’attore principale nel film con James Bond che aveva subito un intervento di chirurgia plastica perché il suo “vecchio” volto era ormai troppo noto a spie straniere e terroristi per permettergli di andare sotto copertura, ma hanno poi deciso di non fare riferimento al cambiamento sperando di ridurre al minimo l’attenzione del pubblico sul fatto che George Lazenby sostituiva Sean Connery. Tuttavia dopo la sequenza di azione di apertura, giusto prima dei titoli, Bond afferma: “non era mai successo a quello di prima”, un riferimento volutamente ironico al cambiamento di attori.
  • Sean Connery in seguito ha detto che avrebbe preferito fare un film di James Bond come questo, al contrario di Agente 007 – Si vive solo due volte (1967).
  • A Timothy Dalton è stata offerta la parte di James Bond, ma rifiutò affermando che a 22 anni era troppo giovane e relativamente inesperto per prendere il ruolo. Dalton interpreterà poi Bond in 007 – Zona Pericolo (1987) e 007 – Vendetta privata (1989), quasi venti anni dopo.
  • Questo è uno degli adattamenti più fedeli di un romanzo di Ian Fleming; praticamente tutto ciò che è nel libro avviene nel film.
  • Quando James Bond passa vicino ad un custode nel quartier generale di Draco, l’uomo sta fischiettando il tema musicale dell’Agente 007 – Missione Goldfinger (1964).
  • E’ il primo film di James Bond in cui 007 viene visto piangere.
  • Si tratta del film di Bond preferito di Christopher Nolan e molti riferimenti si possono trovare nel film Inception (2010).
  • A Sean Connery è stato offerto 1 milione di dollari per fare questo film, ma rifiutò.
  • Questo è l’unico film di James Bond completamente ambientato e interamente girato in Europa.
  • George Lazenby avrebbe voluto fare la maggior parte dei suoi stunt, ma lo studio non lo permise. Durante le riprese di una delle scene di stunt, Lazenby si ruppe un braccio, ritardando così le riprese di molte delle sue scene successive. Quando Bond viene portato al laboratorio di Blofeld al Piz Gloria, il braccio rotto di Lazenby è nascosto dal suo cappotto.
  • All’attore Adam West, amico personale di Albert R. Broccoli, è stata offerta la parte di James Bond per il film. West ha detto che anche se fu molto tentato dall’offerta alla fine rifiutò sentendo che il ruolo doveva essere interpretato da un attore inglese.
  • Peter R. Hunt in origine voleva dirigere Agente 007 – Si vive solo due volte (1967), ma quando questo incarico venne dato a Lewis Gilbert, si tirò fuori dalla serie e decise di fare un viaggio intorno al mondo. Ironia della sorte Gilbert si trovava a Tokyo quando s’imbattè in Albert R. Broccoli che stava preparando “Si vive solo due volte”. Broccoli chiese ad Hunt di dirigere la seconda unità di quel film con la promessa che avrebbe diretto il successivo film della serie.
  • Gabriele Ferzetti aveva solo 13 anni più di Diana Rigg, che interpretava sua figlia.
  • Le attrici prese in considerazione per la parte di Tracy Draco inclusero Brigitte Bardot, Jacqueline Bisset e Catherine Deneuve. La Bardot è stata la prima scelta del regista Peter R. Hunt, ma lei ironicamente decise di recitare al fianco dell’ex James Bond Sean Connery in Shalako (1968).
  • Anche se George Lazenby ha fatto un solo film di James Bond e pur essendogli stato offerto un contratto di sette anni, ha effettivamente fatto due apparizioni come James Bond. Oltre a quella di questo film, ce n’è una seconda in The Return of the Man from U.N.C.L.E.: The Fifteen Years Later Affair (1983), dove aiuta Napoleon Solo e Iliya Kuriakin in uno scontro in strada dalla sua auto. Lazenby non è accreditato come James Bond (a favore di una sigla J.B.), ma la sua performance ammicca talmente a Bond che è impossibile per lui non essere 007. Tutti gli elementi ci sono: uno smoking, una Walther PPK  e la Aston Martin.
  • Donald Pleasence è stato sostituito come Blofeld, perché Albert R. Broccoli e Peter R. Hunt lo ritenevano inadatto al lato più fisico del ruolo.
  • Si è affermato che George Lazenby e Diana Rigg non andavano d’accordo sul set, ma secondo Peter R. Hunt queste voci erano false e non c’erano tali difficoltà o sono state ingigantite.
  • Gli attori presi in considerazione per il ruolo di James Bond includevano: Adam West, Bob Campbell, Anthony Rogers, Hans De Vries, Jeremy Brett, John Richardson e Roy Thinnes.
  • George Lazenby in precedenza aveva lavorato come venditore di auto e come modello maschile part-time.
  • Questo è il primo film di James Bond in cui 007 usa gli sci.
  • Il film ha ispirato il gioco di ruolo da tavolo “James Bond 007: Role-Playing In Her Majesty’s Secret Service” uscito nel 1983 e prodotto fino al 1987. E’ stato pubblicato da Avalon Books’ Victory Games e creato da Gerard Christopher Klug. L’immagine di copertina del gioco non era basata su George Lazenby, ma era un amalgama di somiglianze tra Sean Connery e Roger Moore e più vicina alla locandina del film La Spia Che mi amava (1977).
  • Uno dei Rolex indossati da George Lazenby è stato battuto a 40.373$ da Christie a Londra nel 2003.
  • Le scene della valanga sono una combinazione di: una valanga artificiale provocata in una località svizzera isolata girata da una seconda unità, immagini di repertorio e immagini create dall’equipe degli effetti speciali.
  • Albert R. Broccoli avrebbe voluto Jeremy Brett come James Bond dopo averlo visto in My Fair Lady (1964), ma Brett rifiutò spiegando: “E’ il tipo di ruolo che uno non può permettersi di rifiutare, ma penso che avrebbe rovinato la mia vita se lo avessi capito”.
  • Nel ciak originale della scena finale con la morte di Tracy, George Lazenby scoppiò in lacrime. Il regista Peter R. Hunt gli fece girare di nuovo la scena affermando che Bond non aveva mai pianto. C’erano solo due scene girate. Alla fine George Lazenby convinse Hunt ad utilizzare il primo ciak affermando che considerando le circostanze (la moglie uccisa) avrebbero dovuto lasciare che questo fosse l’unica eccezione.
  • Questo è l’unico film di James Bond in cui sia il cattivo principale (Ernst Stavro Blofeld) che la sua assistente (Irma Bunt) sopravvivono e non vengono catturati, arrestati o uccisi.
  • Il film costato 7 milioni di dollari ne incassò nel mondo circa 82.

 

 

La colonna sonora

stasera-in-tv-agente-007-al-servizio-segreto-di-sua-maesta-su-rai-3-1.jpg
  • Le musiche originali del film sono del compositore inglese John Barry che nella sua lunga e prolifica carriera ha ricevuto cinque Premi Oscar e composto la colonna sonora di dodici film della serie di James Bond.
  • La colonna sonora di John Barry per questo film è stata la prima della serie ad utilizzare ampiamente sintetizzatori e chitarre elettriche.
  • Il tema d’amore “We Have All the Time in the World” composto da John Barry e scritto da Hal David è stata l’ultima cosa che Louis Armstrong ha registrato, il musicista morì due anni dopo.

 

stasera-in-tv-agente-007-al-servizio-segreto-di-sua-maesta-su-rai-3.jpgTRACK LISTINGS

1. We Have All The Time in The World – Louis Armstrong
2. This Never Happened To The Other Fella – John Barry
3. Try – John Barry
4. Ski Chase – John Barry
5. Do You Know How Christmas Trees Are Grown – Nina
6. On Her Majesty’s Secret Service – John Barry
7. Journey To Blofeld’s Hideaway – John Barry
8. We Have All The Time In The World – John Barry
9. Over & Out – John Barry
10. Battle At Piz Gloria – John Barry
11. We Have All The Time In The World – John Barry
12. Journey To Draco’s Hideaway – John Barry
13. Bond And Draco – John Barry
14. Gumbold’s Safe – John Barry
15. Bond Settles In – John Barry
16. Bond Meets The Girls – John Barry
17. Dusk At Piz Gloria – John Barry
18. Sir Hillary’s Night Out (Who Will Buy My Yesterday’s?) – John Barry
19. Blofeld’s Plot – John Barry
20. Escape From Piz Gloria – John Barry
21. Bobsled Chase – John Barry

 

On Her Majesty’s Secret Service – John Barry:

We Have All The Time in The World – Louis Armstrong:

Do You Know How Christmas Trees Are Grown – Nina:

 

Clip e video

stasera-in-tv-agente-007-al-servizio-segreto-di-sua-maesta-su-rai-3-5.jpg

 

 

I Video di Blogo

Sky Cinema: promo con Alessandro Gassmann