Il più grande sogno: due featurette in esclusiva del film di Michele Vannucci

Il più grande sogno: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico di Michele Vannucci nei cinema italiani dal 1° dicembre 2016.

Oggi vi regaliamo due featurette in esclusiva del film Il Più Grande Sogno, che uscirà nelle sale di tutta Italia il 1 Dicembre. Più sotto trovate il trailer e le foto. Nella prima featurette "Banco Alimentare" potete vedete un video e le parole di Alessandro Borghi, Mirko Frezza e Michele Vannucci. Nella seconda "Pianto" i protagonisti sono Mirko Frezza, Milena Mancini e Michele Vannucci.


"Il più grande sogno" è diretto da Michele Vannucci e interpretato da Mirko Frezza, Alessandro Borghi, Vittorio Viviani, Milena Mancini, Ivana Lotito, Ginevra De Carolis e Crystel Frezza.

Il più grande sogno: trailer, foto e poster del film di Michele Vannucci

ANTANI e Kino produzioni hanno reso disponibili un trailer e una locandina di Il Più Grande Sogno, il dramma di di Michele Vannucci che uscirà nelle sale il prossimo 24 novembre a Roma e dal 1° dicembre nei cinema di tutta Italia.

Presentato nella sezione "Orizzonti" della 73. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia il film è interpretato da Mirko Frezza, Alessandro Borghi, Vittorio Viviani, Milena Mancini, Ivana Lotito, Ginevra De Carolis e Crystel Frezza.

A 39 anni Mirko è appena uscito dal carcere: fuori, nella periferia di Roma, lo aspetta un futuro da inventare. Quando viene eletto Presidente del comitato di quartiere, decide di sognare un’esistenza diversa. Non solo per sé e per la propria famiglia, ma anche per tutta la borgata in cui vive. Questo film racconta di un “bandito” che, aiutato dal suo migliore amico Boccione, vuol trasformare l’indifferenza del quartiere in solidarietà, l’asfalto in un rigoglioso campo di pomodori, inventandosi custode di una felicità che neanche lui sa bene come raggiungere. È la storia di un sogno fragile e irrazionale, capace di regalare un futuro a chi non credeva di meritarsi neanche un presente.


 

 

Mirko Frezza racconta l'incontro con il regista Michele Vannucci e la loro collaborazione.

Quattro anni fa, Michele è entrato nella mia vita in punta di piedi. Praticamente non avevo mai fatto l’attore, e con lui ho iniziato a vedere che poteva essere un nuovo lavoro. Abbiamo fatto dei cortometraggi, siamo cresciuti insieme. Ho iniziato a raccontargli di me, lui a frequentare il quartiere: arrivava, tirava fuori il suo registratore e parlavamo. Era là, in ascolto della mia realtà. Alcune cose non erano facili da digerire, per me per primo. Gli raccontavo la mia vita e spesso la rivedevo in una luce diversa. Il nostro è stato uno scambio continuo, raccontargli la mia storia e poi interpretarla è stato il risultato di una “ricerca” interiore che abbiamo affrontato insieme. “Mirkone” e “Mirko” non sono la stessa persona: “Mirkone” ha una storia criminale, una specie di reputazione alimentata anche da “leggende” del quartiere. Era un “personaggio” che doveva esistere. Mirko, invece, è quello che sono davvero e il film che ha girato Michele, per quanto sia solamente ispirato alla mia vita, racconta la mia storia, quella del mio quartiere, nel modo più “puro” e con il tono che, veramente, mi appartiene di più: ridi per tutto il film per quello che vedi, ma poi ci pensi e ti dici “non c'è proprio un cazzo da ride’”.

 

Venezia 2016 - Il più grande sogno di Michele Vannucci nella sezione Orizzonti


il-piu-grande-sogno-in-concorso-ad-orizzonti_venezia73.jpg

La storia di un uomo fragile in cerca di futuro, a Venezia 2016 con Il più grande sogno di Michele Vannucci

La 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia si prepara a tornare a Lido, dal 31 agosto al 10 settembre 2016, con tutta la magia della settima arte e Il più grande sogno di Michele Vannucci, opera prima già vincitore del Premio Solinas Experimenta, in Concorso a Venezia 2016 nella sezione Orizzonti e per il Leone del Futuro.

Una storia tessuta dalla stessa materia dei sogni, fragili e irrazionali, con soggetto e sceneggiatura scritti dallo stesso Michele Vannucci con Anita Otto, la fotografia di Matteo Vieille di Ulixes picture, la scenografia di Lupo Marzialee e musiche originali, da Teho Teardo a 'The last before dinner'.

A 39 anni Mirko è appena uscito dal carcere: fuori, nella periferia di Roma, lo aspetta un “futuro da riempire”, possibilmente in modo onesto. Quando viene eletto a furor di popolo Presidente del comitato di quartiere, decide di sognare un’esistenza diversa. Non solo per sé e per la propria famiglia, ma per tutta la borgata in cui vive.
Il più grande sogno di Mirko però è difficile da mettere in pratica, specie se tuo padre è un piccolo criminale. Il rapporto con le figlie è tutto da costruire e il passato è una porta sempre troppo facile da riaprire

La storia ispirata al cortometraggio "Una storia normale" del 2015 è interpretata da Mirko Frezza, Alessandro Borghi, Vittorio Viviani, Milena Mancini, Ivana Lotito e Ginevra De Carolis.

Il più grande sogno (Italia 2016, 97 m) è una produzione di Giovanni Pompili per Kino produzioni, con il contributo economico del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in collaborazione con Laser FilmUpupa srl e il sostegno di Roma Lazio Film Commission. Sarà True Colors ad occuparsi delle vendite estere, mentre la stessa Kino produzioni la distribuirà in sala dal 1 dicembre 2016.

Il più grande sogno: Note di Regia


Ci sono incontri che cambiano la percezione della nostra vita.
Nell’agosto 2012 ricordo d’aver provinato decine d’attori per il mio cortometraggio di diploma in regia al Centro Sperimentale.
Un giorno, dalla porta d’ingresso è entrato Mirko e qualcosa mi ha portato nella sua vita.
Mirko ha quarant’anni e una vita di strada alle spalle, una moglie, tre figli, una madre, un padre e un’intera borgata da sfamare. Mi ha raccontato che l’avevano eletto presidente di quartiere e che aveva aperto un centro sociale, ho capito che davanti ai miei occhi si stava scrivendo una storia che mi riguardava. Ho capito che ciò che cercava lui era ciò che cercavo anch’io da anni: un’altra vita.
La storia di Mirko è il racconto di un uomo fragile in cerca di futuro.
Michele Vannucci

  • shares
  • Mail