"Laputa - Il castello nel cielo" di Hayao Miyazaki compie 30 anni

30 anni fa usciva nelle sale giapponesi il classico d'animazione "Laputa - Il Castello nel cielo" di Hayao Miyazaki.

 

Il 2 agosto del 1986 usciva nei cinema giapponesi Laputa - Il castello nel cielo, il classico d'animazione diretto da Hayao Miyazaki. Prodotto tra il giugno 1985 e il luglio 1986 il film fu un grande successo che andò ben oltre le aspettative di Miyazaki e venne premiato in Giappone come miglior film d'animazione di quell'anno.

La giovane Sheeta è tenuta prigioniera dal cinico colonnello Muska a bordo di un’aeronave diretta verso la fortezza Tedis. Durante il volo, in una notte rischiarata dalla luna, l’aeronave viene attaccata da una banda di pirati guidata dall’intrepida Dola, che vuole impossessarsi del ciondolo che la ragazzina porta al collo. Questo ha un valore inestimabile: permette di vincere la forza di gravità e localizzare la leggendaria isola fluttuante di Laputa, dove, si racconta, sono custoditi immensi tesori e un potere inimmaginabile. Sheeta riesce però a fuggire, finendo tra le braccia di un giovane minatore di nome Pazu che, da quel momento, decide di proteggerla unendosi a lei nella ricerca dell’isola e dei suoi misteri.

Laputa - Il castello nel cielo ha un tratto grafico caratteristico che a molti fan delle serie animate giapponesi riporterà alla mente Conan il ragazzo del futuro diretto da Hayao Miyazaki con la collaborazione di Keiji Hayakawa e Isao Takahata nel lontano 1978. In Laputa il maestro Miyazaki miscela, amalgama e rielabora con il suo caratteristico tratto visionario l'immaginario fanta-avventuroso di Jonathan Swift (I viaggi di Gulliver), Jules Verne e Robert Louis Stevenson (L’isola del tesoro). Laputa porta gli spettatori in un mondo tutto da esplorare magistralmente materializzatosi grazie all'arte di disegnatori e illustratori come Kazuo Oga (responsabile dei magnifici fondali di Il mio vicino Totoro) e Katsu Hisamura (Devilman) e animatori “storici” per i fan degli anime come il compianto Yoshinori Kanada (suo il leggendario Daitarn III)  e Tsukasa Tannai, già collaboratore di Miyazaki in Lupin III - Il castello di Cagliostro e in Nausicaä.

 

 

Curiosità


laputa-il-castello-nel-cielo-di-hayao-miyazaki-compie-30-anni-foto-e-locandine-18.jpg

  • Laputa l'isola volante è un luogo immaginario creato per il romanzo "I viaggi di Gulliver" di Jonathan Swift pubblicato nel 1726.

  • Laputa è stato ispirato da Paronella Park, un castello costruito da Jose Paronella a Mena Creek, nel Far North Queensland, in Australia. Il tema musicale di Laputa viene utilizzato durante le visite notturne del castello.

  • Il 3 agosto 2013, una mostra giapponese di Laputa ha portato ad un nuovo record di Twitter con 143.199 tweet al secondo.

  • Nel film sono stati utilizzati 69.262 "cel" tradizionali  e 381 colori.

  • Questo è il primo film dello Studio Ghibli dopo l'apertura dello studio nell'estate del 1985.

  • Anche se Laputa è basata sull'isola volante dee "I Viaggi di Gulliver" di Jonathan Swift, il film ha dovuto cambiare titolo in Spagna e in altri paese latini e del Sudamerica, perché "la puta" in spagnolo significa letteralmente prostituta. Miyazaki ha chiesto scusa per questa incomprensione nata dal fatto che la parola Laputa in inglese e giapponese non aveva alcun significato.

  • Gli armamenti e le impostazioni meccaniche in Laputa sono una miscela di design inglese e tedesco. Miyazaki è un fan delle armi tedesche. Tuttavia dal momento che la città mineraria che si vede nel film è stata modellata su una città mineraria del Galles in Gran Bretagna, lo stile degli abiti civili e le armi sono inglesi come il fucile Lee-Enfield SMLE Mk. III (soldati) e il Webley top-break revolver (Muska ei suoi agenti).


 

 

La colonna sonora


laputa-il-castello-nel-cielo-di-hayao-miyazaki-compie-30-anni-foto-e-locandine-23.jpg

  • Le musiche originali del film sono del compositore Joe Hisaishi che ha riscritto personalmente la musica per l'edizione americana del film distribuita da Disney.

  • Il brano dei titoli di coda "Kimi wo nosete" è scritto da Hayao Miyazaki e cantato da Azumi Inoue.


 

laputa-il-castello-nel-cielo-di-hayao-miyazaki-compie-30-anni-foto-e-locandine-29.jpgTRACK LISTINGS

1. Prologue - Flaptors Attack
2. The Girl Who Fell From The Sky (Main Theme)
3. The Levitation Crystal
4. Morning In The Mining Village
5. Pazus Fanfare
6. The Legend Of Laputa
7. A Street Brawl
8. The Chase
9. Floating With The Crystal
10. Memories Of Gondoa
11. Stones Glowing In The Darkness
12. Disheartened Pazu
13. Robot Soldiers - Resurrection - Rescue
14. Dola & The Pirates
15. Confessions In The Moonlight
16. The Dragons Nest
17. The Lost Paradise
18. The Forgotten Robot Soldier
19. The Invasion Of Goliath
20. Pazu Fights Back
21. The Final Showdown
22. The Destruction Of Laputa (Choral Version)
23. The Eternal Tree Of Life

 

The Girl Who Fell From The Sky (Main Theme) - Joe Hisaishi:

 

Kimi wo nosete - Azumi Inoue:

 

laputa-il-castello-nel-cielo-di-hayao-miyazaki-compie-30-anni-foto-e-locandine-17.jpg

 

 

 

 

  • shares
  • Mail