Notting Hill: Hugh Grant e Julia Roberts su TIMvision

Libraio lui, diva del cinema lei, ma l’amore è dietro l’angolo in quel di Notting Hill.

Siete degli inguaribili romantici e avete un debole per Hugh Grant? TIMvision nel suo ricco catalogo film include anche Notting Hill, commedia romantica diventata un classico del genere e nobilitata dal fascino squisitamente “british” di Grant e da un tocco glamour regalato dalla diva americana Julia Roberts.

Innamorati a Notting Hill

Il film ambientato nel celebre quartiere londinese di Notting Hill fa da sfondo alla nascita di una storia d’amore tra il libraio William Thacker (Hugh Grant) e la stella del cinema Anna Scott (Julia Roberts). Seguiamo gli alti e bassi di un corteggiamento che rischia di crollare di fronte alle titubanze della diva e all’invadenza della stampa dedita al consueto gossip selvaggio. L’amore però è ormai sbocciato e Thacker non riuscendo a dimenticare la bella attrice deciderà che niente e nessuno potrà impedirgli di dichiararle il suo amore, ma nuovi ostacoli sono in vista e l’agognato “happy end” sembra sempre più sfuggente. Notting Hill mette in scena un’alchimia palpabile tra i due protagonisti: bello e impacciato lui, dolce, affascinante e romantica lei, insomma una sorta di fiaba al contrario dove la principessa è lei e il “cenerentolo” lui. Le dinamiche “romance” sono ben supportare dalle suggestive location londinesi e tra esilaranti gag e situazioni molto “british” non si può non capitolare di fronte allo charme dei due protagonisti.

Hugh Grant – Un divo da romance

Il londinese Hugh Grant come molti suoi connazionali inizia la sua carriera sul palcoscenico di un teatro e dopo un paio di ruoli minori, nel 1987 arriva la svolta con Maurice di James Ivory, il ruolo dello studente universitario omosessuale Clive Durham fa vincere all’attore la Coppa Volpi alla migliore interpretazione maschile al Festival di Venezia. Una seconda svolta arriva nel 1993 quando il regista Mike Newell lo chiama ad interpretare il ruolo del timido Charles nell’acclamata commedia Quattro matrimoni e un funerale. Hugh Grant ottiene un successo planetario, vince un Golden Globe e il Bafta nel 1995 e diviene uno degli attori comedy più richiesti. Ormai lanciatissimo arriva per Grant il periodo hollywoodiano con comedy come Nine Months – Imprevisti d’amore (1995), al fianco di Julianne Moore e Mickey occhi blu (1999) interpretato con il veterano James Caan. Nel 1999 arriva il successo planetario di Notting Hill che conferma il fascino e l’appeal da divo “romance” dell’attore che prosegue con il genere interpretando nell’ordine: Il diario di Bridget Jones (2001); About a Boy – Un ragazzo (2002) che gli vale una nuova candidatura ai Golden Globes, Two Weeks Notice – Due settimane per innamorarsi (2002) in cui recita al fianco di Sandra Bullock; la comedy corale Love Actually – L’amore davvero (2003) in cui interpreta il ruolo di un premier britannico innamorato di una segretaria di Downing Street; il sequel Che pasticcio Bridget Jones! (2004) in cui torna a recitare con Renee Zellweger; Scrivimi una canzone (2007) in cui interpreta un ex-divo degli anni ’80 al fianco di Drew Barrymore e si cimenta come cantante; Che fine hanno fatto i Morgan? (2009) in cui recita al fianco di Sarah Jessica Parker e il recente Professore per amore (2015) in cui interpreta uno sceneggiatore Premio Oscar in crisi creativa costretto suo malgrado ad insegnare ad una classe che include la madre single Marisa Tomei.

Curiosità su Notting Hill

  • La casa con la porta blu dove vive William è reale e una volta apparteneva a Richard Curtis, lo sceneggiatore del film.
  • Durante la scena della cena di compleanno ad Anna Scott viene chiesto quanto ha ricevuto come compenso per il suo ultimo film e la sua risposta è 15 milioni di dollari. Questo è il compenso che Julia Roberts ha ricevuto per il suo ruolo in Notting Hill.
  • Il libro che William legge quando si siede sulla panchina del parco alla fine del film è “Il mandolino del capitano Corelli” di Louis de Bernières. Il Mandolino del Capitano Corelli doveva essere prossimo film del regista Roger Michell dopo Notting Hill, ma prima delle riprese si ammalò gravemente e venne sostituito da John Madden.
  • La porta blu è stata messa all’asta da Christie a Londra e ora parte di una proprietà a Hope Cove, nel Devon.
  • La libreria di Thacker è in realtà un negozio di antiquariato sito accanto ad un macellaio. Una o due porte più giù del macellaio c’è un ufficio sede della casa di produzione dello sceneggiatore Richard Curtis.
  • Il dipinto di Marc Chagall donato da Anna a William all fine del film è intitolato “La sposa” (“The Bride”).
  • Molti degli scatti di Julia Roberts utilizzati nei titoli di testa sono tratti dallo show “Entertainment Tonight” (1981).
  • La colonna sonora include il brano “When You Say Nothing At All”, primo singolo registrato da solista del cantante Irlandese Ronan Keating del gruppo musicale “Boyzone”. La canzone disco d’oro è una cover del brano omonimo del 1988 cantato da Keith Whitley.

Curiosità su Hugh Grant

notting-hill-hugh-grant-e-julia-roberts-su-timvision-6.jpg
  • E’ stato scelto dalla rivista Empire come una delle 100 star più sexy nella storia del cinema (posizione 43).
  • E’ stato arrestato a Los Angeles, in California, per atti osceni dopo che la polizia controllando una “macchina sospetta parcheggiata” lo trovò con Divine Brown, una prostituta. Grant non contestò l’accusa e venne multato di 1180$ e condannato a due anni con la libertà vigilata.
  • Non ha voluto fare una scena di nudo in Quattro matrimoni e un funerale, quando un truccatore gli ha chiesto se voleva che intervenisse sul suo corpo.
  • Di solito nelle versioni francesi è doppiato dall’attore Vincent Cassel.
  • Da tempo vuol fare un film sulla fuga di suo nonno da un campo di prigionia durante la seconda guerra mondiale.
  • E’ un appassionato di calcio e un fedele fan del “Fulham Football Club”.
  • E’ stato sposato con la modella e attrice Elizabeth Hurley [1987-2000].
  • E’ Laureato presso la Oxford University con una laurea in inglese (1982).
  • Il suo artista preferito è il chitarrista francese Patrick Rondat.
  • Ha avuto un incidente di pattinaggio quando era un adolescente. Parte dell’osso del gomito è ancora separato dalle altre ossa e si muove liberamente tra la pelle e il gomito.
  • È stato originariamente lanciato come Gilderoy Allock in Harry Potter e la camera dei segreti (2002), ma è stato costretto a ritirarsi all’ultimo momento a causa di altri impegni.
  • Parla correntemente il francese.
  • La madre di Andrew Lloyd Webber è stata insegnante di pianoforte di Hugh quando era un bambino.
  • Nel 2001 ha acquistato un dipinto di Elizabeth Taylor realizzato da Andy Warhol per poco meno di 4 milioni di dollari. In seguito lo ha venduto nel 2007 per 23.500.000$.
  • In un’intervista radiofonica del 2002 ha dichiarato che Quel che resta del giorno (1993) è il miglior film che ha girato, mentre Venice Express (1996) è stato il peggiore.
  • Le attrici preferite con cui ha lavorato sono Renée Zellweger e Sandra Bullock.
  • I suoi film preferiti sono La via della gloria (1944), Zulu (1964) e Hollywood Party (1968).
  • Hugh è diventato padre per la prima volta a 51 anni e  attualmente ha 4 figli, due dalla sua ex  fidanzata Tinglan Hong e due dalla produttrice televisiva svedese Anna Elisabet Eberstein.
  • Ha rifiutato l’opportunità di riprendere la sua parte di Daniel Cleaver nel sequel Bridget Jones’s Baby (2016). Il suo personaggio è stato scritto e sostituito da un nuovo interesse amoroso, Jack Qwant, interpretato da Patrick Dempsey.

© 1999 Universal Studios – All Rights Reserved

Iniziativa in collaborazione con TIMvision