Suicide Squad, David Ayer replica alle critiche su Twitter

David Ayer stempera le polemiche esplode dopo le critiche a Suicide Squad.

LONDON, ENGLAND - AUGUST 03:  (L to R) David Ayer, Jay Hernandez, Will Smith, Karen Fukuhara, Joel Kinnaman, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Margot Robbie, Cara Delevingne, Jared Leto and Jai Courtney attend the Suicide Squad European Premiere sponsored by Carrera on August 3, 2016 in London, England.  (Photo by Stuart C. Wilson/Getty Images for carrera)

24 ore ancora e Suicide Squad uscirà in 4,255 cinema d'America. Travolto dalle critiche negative della stampa a stelle e strisce, con tanto di petizione on line per far chiudere Rotten Tomatoes a detta di alcuni troppo 'pro-Marvel' e 'contro-Dc Comics', il film dovrebbe comunque andare incontro ad un ottimo weekend d'esordio. Si parla di 130/140 milioni di dollari in 72 ore, ovvero il 4° miglior debutto Dc Comics di sempre dietro i due The Dark Knight di Nolan e il Batman v Superman di Snyer.

Ayer, due anni fa in sala con Fury, è comunque voluto intervenire sull'argomento della settimana, vedi Suicide Squad fatto nero dai critici, prendendo così parola su Twitter.

"Preferisco morire in piedi piuttosto che vivere in ginocchio". "La citazione di Zapata è il mio modo per dire che amo il film e credo nel progetto. L'ho realizzato per i fan. E' stata la miglior esperienza della mia vita".

Poche parole ma buone per attirare i fan Dc Comics in sala e stemperare le polemiche, anche tropo accese negli ultimi giorni. Costato 175 milioni di dollari e interpretato da Will Smith, Margot Robbie, Viola Davis, Joel Kinnaman, Jared Leto, Jai Courtney, Cara Delevingne, Karen Fukuhara, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Adam Beach e Jay Hernandez, il film dovrà incassarne almeno 400 in tutto il mondo per garantirsi un sequel, che a meno di clamorosi disastri sembrerebbe scontato. Oltre al capitolo 2, poi, arriverà anche lo spin-off interamente dedicato alla folle Harley Quinn della Robbie.




  • shares
  • Mail