E’ morto David Huddleston, magnate de Il grande Lebowski

Si è spento all’età di 85 anni David Huddleston, omonimo di Jeff Bridges ne Il grande Lebowski

Si è spento all’età di 85 anni David Huddleston, grande caratterista del cinema americano. 18 anni fa, grazie ai fratelli Coen, la parte forse più celebre di una carriera che l’ha visto recitare in quasi 150 film: quella di Jeffrey Lebowski, il magnate de Il grande Lebowski nonché padre di Julianne Moore. L’attore è deceduto a Santa Fe a causa di una malattia renale e cardiaca. A dare la notizia del decesso sua moglie Sarah, al Los Angeles Times.

Formatosi presso l’American Academy of Dramatic Arts, Huddleston recitò anche con i nostri Bud Spencer e Terence Hill, interpretando prima il capitano McBride ne I due superpiedi quasi piatti (1977) e poi il capo della CIA di Miami in Nati con la camicia (1983). Attivissimo tanto in tv quanto in sala sin dagli anni ’60, David Huddleston ha ottenuto una sola nomination agli Emmy nel 1990 grazie alla serie The Wonder Years. Visto in Mezzogiorno e mezzo di fuoco di Mel Brook e nei panni di Babbo Natale con La storia di Babbo Natale, nel 1988 girò Frantic con Roman Polanski, prima di ritrovare Brooks in versione produttore con The Producers. 10 anni fa l’incontro con Uwe Boll e il suo Postal, prima di girare il suo ultimo film nel 2014: Locker 13 di Bruce Dellis.

Ma è evidente che per tutti o quasi Huddleston sarà sempre l’omonimo del Drugo Jeff Bridges nel capolavoro dei fratelli Coen, con sedia a rotella e fare da boss.

[quote layout=”big”]Huddleston – Cos’è… Cos’è che fa di un uomo un uomo, signor Lebowski?

Drugo… Ah … Non lo so, signore.

Huddleston – Essere pronti a fare ciò che è più giusto, a qualunque costo: non è questo che fa di un uomo un uomo? Sì, quello e un paio di testicoli. [/quote]

Fonte: Variety