Captain America 3: i fratelli Russo hanno considerato una trama con zombie

Se Robert Downey Jr. non avesse firmato per recitare in "Civil War", i fratelli Russo stavano prendendo in considerazione una storia di zombie per Captain America 3.

 

Nel mese di ottobre del 2014 Kevin Feige, presidente di Marvel Studios, ha tenuto una speciale conferenza stampa, dove ha parlato della Fase 3 Marvel e annunciato il terzo film di Captain America, Captain America: Civil War. Il produttore esecutivo ha anche confermato la presenza di Robert Downey Jr. e Chris Evans e presentato Chadwick Boseman come nuovo Black Panther.  Questo scenario però poteva essere ben diverso dal momento che Robert Downey Jr. non era contrattualmente obbligato a recitare in "Civil War". Durante la promozione dell'uscita home-video del film, i fratelli Russo hanno parlato delle storie alternative che avevano preso in considerazione per il cinecomic tra cui una che includeva una trama con "zombie".

Entertainment Weekly ha incontrato i fratelli Russo, che hanno offerto nuovi dettagli su ciò che il terzo film di Captain America poteva includere se Robert Downey Jr. non avesse accettato di tornare. L'attore aveva adempiuto al suo contratto Marvel dopo Avengers: Age of Ultron e ha dovuto rinegoziare un nuovo accordo, anche se la fonte sostiene che sia lo studio che l'attore hanno intrapreso delle trattative piuttosto intense e prolungate. I registi hanno rivelato che non era affatto scontato che "Civil War" fosse il terzo film e una delle versioni alternative a cui stavano guardando era incentrata sulla "Madbomb", che avrebbe portato Cap a scontrarsi contro un'orda di esseri umani simili a zombie, ma in una versione alla "28 giorni dopo".

C'è stato un periodo in cui abbiamo discusso di un terzo atto che ruotava attorno alla Madbomb parte della mitologia di Cap. Non aveva nulla a che fare con Civil War e se non avessimo potuto ottenere Downey, ci sono stati moltissimi incontri prima di averlo a bordo, qualcuno ha lanciato l'idea di un terzo atto che ruotava attorno alla Madbomb, che fa impazzire la gente trasformandola in qualcosa di simile a zombie, ma non letteralmente, il fascino della Madbomb è che scatena orde di persone trasformandole in berserker, sarebbe stata la sfida fisica che Cap e compagnia avrebbero dovuto affrontare.

La leggenda dei fumetti Jack Kirby ha scritto e illustrato la storia a fumetti di "Madbomb" nel 1976, si trattava di un dispositivo simile ad una bomba atomica. Invece di scatenare una devastazione nucleare, la Madbomb emetteva onde sonore e  radiazioni per distruggere le menti di tutti coloro che si trovavano all'interno del raggio di esplosione. Il dispositivo è stato creato da un gruppo di cittadini ricchi conosciuti come l'Elite, con l'intenzione di farla esplodere durante il bicentenario degli Stati Uniti per scatenare l'anarchia, così che i ricchi potessero ricostruire un nuovo ordine dalle ceneri del paese. Le vittime restavano vive, ma sviluppavano tendenze estremamente violente che non potevano essere controllate. Se si fosse andati avanto con qusta trama, l'Helmut Zemo di Daniel Bruhl sarebbe stato colui che avrebbe innescato la Madbomb.

L'idea della Madbomb sarebbe stata Cap che combatte dei civili e come lui avrebbe gestito questa situazione. Abbiamo sempre cercando di mettergli di fronte questi inteessanti enigmi morali a causa della sua natura. Ciò avrebbe reso un terzo atto convincente, perché se i civili sono gli antagonisti, come poteva fermarli senza ucciderli?

Come sapete Robert Downey Jr. ha finito per firmare un nuovo contratto, non solo per tornare in Captain America: Civil War, ma anche per partecipare a Spider-Man: Homecoming e, presumibilmente, apparire anche in Avengers: Infinity War. Una volta che l'attore è tornato, i registi hanno accantonato l'idea della Madbomb, che è stata poi utilizzata nel finale della prima stagione della serie tv Agent Carter.

 

captain-america-3-i-fratelli-russo-hanno-considerato-una-trama-con-zombie-2.jpg

 

 

Foto: Pinterest

 

 

  • shares
  • Mail