Alfonso Cuarón alla regia di un dramma familiare ambientato negli anni ’70

Alfonso Cuarón gira un dramma familiare ambientato in una Città del Messico anni ’70.

 

Sono passati tre anni dall’acclamato e pluripremato Gravity di Alfonso Cuarón e ora per il regista di Y Tu Mama Tambien, I figli degli uomini e uno dei migliori capitoli della saga Harry Potter, Il prigioniero di Azkaban, è tempo di tornare dietro la macchina da presa per un nuovo progetto.

Cuarón collaborerà con Participant Media su un progetto ancora senza titolo, che il regista scriverà e dirigerà, ambientato a Città del Messico durante gli anni ’70. Il comunicato stampa (via Collider) riporta che il film sarà incentrato su una famiglia che vive nella città natale del regista e in cui Cuarón ha vissuto la sua adolescenza proprio negli anni ’70.

La produzione inizierà questo autunno, con Cuarón che tornerà a lavorare con i suoi collaboratori di lunga data, i produttori Gabriela Rodriguez e Nicolas Celi, che hanno anche prodotto Desierto di Jonás Cuarón e il famigerato Heli di Amat Escalante. A bordo per questo nuovo film del regista messicano  anche Jeff Skoll, David Linde e Jonathan King che fungeranno da produttori esecutivi per Participant Media che presenzierà al prossimo Toronto International Film Festival con Neruda di Pablo Larrain e A Monsters Calls di J.A. Bayona.